-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Grecia riapre, non all'Italia Zaia: non siamo lebbrosario- Minneapolis,ancora proteste.Incendiato il commissariato- Record di contagi in California: In America latina 46.600 morti- Renault elimina 15mila posti di lavoro in tutto il mondo- Serie A riparte il 20 giugno: Forse prima la Coppa Italia- Seul richiude, boom contagi Lockdown per due settimane- Omicidio Tobagi, Mattarella: 'Era un uomo libero'- Risale il numero dei morti: Giù i malati, più contagiati-

news

Post in evidenza

CON CINQUANTADUE RINTOCCHI DELLE CAMPANE DELL’ANNUNZIATA, DOMANI SARANNO RICORDATE LE CINQUANTADUE VITTIME DEL BOMBARDAMENTO AEREO

SULMONA - Il 30 maggio 1944 è la data che segnò una delle pagine più buie della storia di Sulmona: la strage di piazza Garibaldi. 52 pers...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 30 settembre 2011

TROPPI MEZZI PESANTI SULLA STRADA, CITTADINI SUL PIEDE DI GUERRA


SULMONA – Limitare il continuo passaggio di mezzi pesanti, in via Vicenne a Sulmona, creare strade alternative o intervenire sull'attuale carreggiata. Cittadini sul piede di guerra pronti alla protesta.  In via Vicenne nei pressi del Cogesa il Comune di Pacentro ha autorizzato l'apertura di una cava e di conseguenza l’amministrazione comunale di Sulmona permette il passaggio di automezzi, camion con rimorchio e quant’altro, senza uno studio accurato della viabilità, senza aver installato una adeguata segnaletica con limitazioni di velocità, senza studiare la necessità di una piazzola per far transitare le auto in doppio senso di
marcia (anche perché il continuo passaggio di mezzi pesanti obbliga tutti i residenti, i clienti del maneggio, gli agricoltori a sopportare  situazioni di disagio permanente). Centinaia sono state le lettere inviate al Comune da chi, per le buche create dai mezzi pesanti, oltre alla salute, per la continua polvere, ci ha rimesso anche l'auto; senza trovare anche solo una risposta dal sindaco. “Chiediamo fondamentalmentequattro cose per
garantire una tranquillità che ci è stata tolta da tanto tempo - ha esordito un cliente del centro Ippico Il Morrone - Che gli enti preposti non permettano il passaggio dei camion in questa zona, creando un passaggio alternativo per dirigersi alla Cava, altrimenti siamo pronti ad un’azione di forza. - Un altro punto importante è la messa a norma della strada e riasfaltare una carreggiata che è ridotta in situazioni pietose. Infine regolamentare la viabilità, che si trova in una situazione da far west dove regna la legge del più forte e di chi ha l'arma più grande." Tra le prossime iniziative pensate dal comitato ora un’altra lettera o una raccolta firme al Comune per avere certezze e per chiedere un incontro, dopo gli innumerevoli appelli rimasti inascoltati.   Jacopo Lupi

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :