ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Libia sequestra peschereccio E' di Mazara, a bordo in 7- Johnson nuovo leader Tory: 'Fuori dall'Ue il 31 ottobre'- Salvini a Bibbiano: 'Commissione d'inchiesta sugli affidi entro agosto'- Boris Johnson nuovo leader dei Tory, da domani premier-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 26 ottobre 2011

DEGRADO, SCHIAZZA BACCHETTA COMUNE INTRODACQUA


INTRODACQUA –  Invertire la rotta e attivare un piano d'intervento. Bacchetta l’amministrazione comunale il Segretario Regionale di “Ambiente e /è Vita”, Patrizio Schiazza, evidenziando, in una nota, i nei che affiorano nel settore ambiente e urbanistico  nel paese. “Una raccolta differenziata caratterizzata da una delle più basse percentuali in Abruzzo” rileva Schiazza “una gestione del territorio e dell’arredo urbano che, per utilizzare un eufemismo, non brilla per efficienza, diversi siti di abbandono incontrollato di rifiuti e, secondo alcune segnalazioni e secondo quanto apparso sulla stampa, un discarica a cielo aperto accanto al cimitero: è questa la fotografia che emerge percorrendo le principali direttrici che portano e/o attraversano il Comune di Introdacqua, uno fra i “Borghi più Belli d’Italia” sostiene Schiazza “Se l’intenzione resta quella di

valorizzare le bellezze di Introdacqua ai fini di un implementazione dei flussi turistici e di rilanciare la stagnate economia comunale” afferma “non è facile intendere di come l’Amministrazione Comunale  non intervenga con azioni programmate e mirate capaci ed idonee ad eliminare tutti i detrattori ambientali  e gli elementi ostativi affinchè l’obbiettivo venga raggiunto”.
“L’organizzazione- continua Schiazza- di un  sistema di raccolta differenziata efficiente efficace ed economico  è, nonostante gli annunci, ferma al palo e ciò , oltre a danneggiare l’ambiente, rende molto alta la tassazione a carico dei cittadini che, come conseguenza, non possono neanche liberare risorse per intervenire sulla manutenzione degli edifici privati e concorrere al miglioramento dell’arredo urbano. Per quanto attiene, poi, alla manutenzione ordinaria del patrimonio comunale il quadro che emerge è desolante: manca un piano colore del centro storico, la scalinata d’accesso al corso principale è in condizioni pietose e priva (da qualche anno) dell’illuminazione al sommo dei gradini, le fioriere seguono i cicli climatici (o sono spoglie o sono ricche di vegetazione spontanea), le panchine per la maggior parte danneggiate, la cartellonistica di servizio insufficiente , il parco giochi centrale in stato di abbandono , le strade sembrano ( soprattutto nelle frazioni) mulattiere , l’area picnic è orami un lontano ricordo di come dovrebbe essere ed i monumenti principali mancano di azioni di cura ormai da tempo”.
“A tutto ciò” dice il Segretario “si aggiunge  secondo quanto segnalato da cittadini, un mancato censimento delle aree degradate, l’esistenza di diversi siti di abbandono incontrollato di rifiuti ed una discarica a cielo aperto accanto al cimitero comunale”.
“Appare evidente- conclude Schiazza- che occorre sia un’inversione di rotta sia la stesura di un piano organico d’intervento in grado di ovviare a tale situazione e di avviare un virtuoso percorso di rilancio dell’immagine e dell’economia  di Introdacqua  che ancora oggi, nonostante tutto, resta una dei Paesi più belli e ricco di risorse naturali d’Abruzzo e non solo.”

VIDEO IN PRIMO PIANO :