ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Von der Leyen eletta d'un soffio alla Commissione- Commissione Europea: Von der Leyen all'esame del voto- Alitalia, Ferrovie sceglie Atlantia- Savoini non ha risposto a pm Di Battista: "Salvini bugiardo"- Huawei investirà in Italia 3 miliardi di dollari in tre anni-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 31 ottobre 2011

FA IL PIENO DI VISITATORI MOSTRA "LA SCELTA DELLA DIVISIONE ACQUI"


SULMONA - Fa il pieno di visitatori la mostra ospitata a Sulmona nella Rotonda di San Francesco. Grande successo per “La scelta della Divisione Acqui”. Nell’ambito dei festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, l’esposizione di foto e documenti è stata un’occasione importantissima per coltivare la memoria di un gesto di coraggio e di onore che ha fatto germogliare il “secondo risorgimento
nazionale”, come ha più volte ricordato (anche a Sulmona) il presidente emerito della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Oltre 700
i visitatori, tra cui non solo sulmonesi, ma anche turisti, stranieri e studenti provenienti dal resto della regione. Significativa la giornata di venerdì mattina quando
ad ammirare l’esposizione ache ultime classi del Liceo Classico “Ovidio” e dell’Istituto d’Arte, alla presenza anche di Ermanno Grassi, professore sulmonese ed attore per hobby, il quale, nella fiction dedicata a Cefalonia, ha interpretato il ruolo del comandante della Acqui, Generale Gandin. L’associazione Smemoranda ringrazia, attraverso una nota, tutti coloro che si sono mobilitati per far sì che questa importante occasione culturale, la quale sta facendo il giro d’Italia con l’impulso dell’associazione Acqui, abbia potuto far tappa a Sulmona. Città in cui, dopo la guerra, la Acqui è stata ricostituita come Reggimento, accasermato qui fino al 1992.
“Intendiamo ringraziare” scrivono gli organizzatori “la dirigente scolastica Anna Maria Coppa, i docenti di storia del Liceo Classico e dell'istituto d'Arte, il Generale Giammarco e l’associazione del fante, l’assessore alla cultura Fusco, che ci ha messo in condizione di superare le gravi difficoltà organizzative e il vicepresidente del Consiglio Comunale Antonio Iannamorelli appassionato dei fatti storici di Cefalonia” agevolando i contatti con i curatori della mostra e calandosi nel ruolo,  insieme al Generale Giammarco, di  “guida” della mostra durante la visita delle scuole" precisano i componenti dell'associazione. “Ma il ringraziamento più grande, mai abbastanza grande, va ai martiri di Cefalonia. 68 anni dopo quei tragici fatti, la nostra democrazia vive nel loro ricordo. Smemoranda ha voluto contribuire, con un piccolo gesto, a questo comune riconoscimento. Possiamo dire, grazie all'attenzione dei sulmonesi, di esserci -almeno in parte- riusciti”.

VIDEO IN PRIMO PIANO :