-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - M5s: 'Salvini non affidabile' Lega: 'Col Pd per le poltrone'- Open Arms si rifiuta di andare in Spagna. Salvini, inaccettabile- Terremoto di magnitudo 3.6 in provincia di Forlì-Cesena- Kabul, kamikaze a una festa di matrimonio: almeno 63 morti- Ventisette minori arrivati sul molo di Lampedusa- Open Arms: Salvini cede 'Sbarcano minori'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 27 gennaio 2012

PRATOLA, IL MONTE ORSA SARA' RIVALUTATO

PRATOLA - L'amministrazione comunale di Pratola Peligna, nell'ambito del programma "Tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale storico e culturale", questa mattina, ha presentato il progetto di prevenzione incendi e di valorizzazione della montagna. Dopo decenni di completo abbandono, grazie ad un finanziamento del Parco Nazionale Majella sono stati riportati alla luce i resti dello storico Castello di Orsa.Ora, grazie ad un finanziamento di 180 mila euro, ottenuto dal programma di sviluppo rurale grazie
ad un bando europeo, si potrà mettere in sicurezza la montagna Orsa che, come ha spiegato il sindaco Antonio De Crescentiis, "sarà valorizzata e resa piu' bella. La pineta a cui molti pratolani sono legati sarà interessata da lavori di messa in sicurezza che riguardano gli alberi con la relativa potatura e ripulitura del bosco e anche i 10 km di strada che portano al Colle delle Vacche saranno caratterizzati da interventi di manutenzione che riguarderanno la canalizzazione delle acque piovane e l'inserimento di pozzetti e la ripulitura delle cunette.Il tutto verrà realizzato grazie alla convenzione stipulata con la cooperativa Aterno Boschi di Cagnano Amiterno che curerà la manutenzione per sei anni e nella prima fase saranno impegnate circa una quarantina di persone, successivamente per la manutenzione ordinaria saranno impegnate alcune unità".  Il progetto è stato illustrato dal primo cittadino di concerto con il consigliere comunale Luigi Pizzoferrato e Benedetto Cimini della cooperativa Aterno Boschi. "Nello specifico" ha affermato Cimini "questo progetto è in sostanza una manutenzione antincendio che la pineta di circa 200 ettari sul monte orsa aspettava da anni e metterà in sicurezza la zona relativa a Pratola e i boschi vicini". "Questo lavoro prepara la rinaturalizzazione del bosco preparando il terreno per il ritorno del bosco naturale, visto che le piante attualmente esistenti non sono autoctone, erano state piantate in passato dopo un incendio che ha interesso la zona".


VIDEO IN PRIMO PIANO :