-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Brexit: Johnson chiede l'ok al deal: 'Ora è tempo di decidere'- Tenta di sgozzare la fidanzata. Nel 2008 uccise la compagna- Arrestato per maltrattamenti l'ex boss Maniero- Renzi all'attacco su Quota 100: 'La cancelliamo'- Bimbo precipita a scuola, è grave-

news

News - Primo Piano

L’ORDINE DEI MEDICI OMAGGIA IL CENTENARIO SPIGLIATI

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

domenica 26 febbraio 2012

LUCI E OMBRE SU EOLICO, 3 MINUTI IN "PRESA DIRETTA", LA TROUPE A TOCCO DA CASAURIA

TOCCO DA CASAURIA - E' pensabile per il futuro il raggiungimento dell'autosufficienza energetica da fonti rinnovabili? Chi ci guadagna oggi dagli impianti eolici e fotovoltaici? Quale ritorno c'è per le comunità che ospitano gli impianti sul proprio territorio? A queste e altre domande ha risposto  Riziero Zaccagnini, ex-sindaco di Tocco da Casauria, intervistato venerdì mattina da Silvia Bencivelli, giornalista  di "Presa diretta" , la trasmissione di Rai 3 condotta  da Riccardo Iacona. Ancora una volta, a due anni dalla prima pagina del New York Times che fece conoscere il paese in tutto il mondo,  l'esperienza di Tocco da Casauria viene presa a modello per un approfondimento sul tema delle rinnovabili. Questa volta, però, con la coscienza delle tante luci ma anche delle ombre che l'argomento nasconde"E' stato un incontro interessantissimo - commenta Zaccagnini. Il lavoro di approfondimento della giornalista ci ha portati a discutere del valore indiscutibile delle rinnovabili, delle ricadute pur sempre positive sul territorio, ma anche dei rischi che le comunità corrono.
Qualcosa non torna quando,
grazie a normative troppo permissive e magari all'incoscienza o all'interesse di pubblici amministratori, capita che un territorio diventa colonia di una o più società, che non solo realizzano gli impianti, ma acquistano buona parte dei terreni utili, di fatto estromettendo per sempre Comuni e cittadini dalla programmazione e dalla gestione di una risorsa che, come l'acqua, dovrebbe essere e restare pubblica. Il rischio è che per poche briciole di "ristoro", neppure normate con chiarezza, ci sia la svendita di un teritorio che, invece, dovrebbe essere valorizzato al meglio dalle comunità locali. Per questo sono stato attratto da alcuni esempi di investimento diretto di comuni e cittadini, che Silvia Bencivelli mi ha illustrato e che saranno probabilmente raccontati nella puntata di "Presa diretta" in cui si parlerà anche della nostra esperienza.
E' questo il salto di qualità che Tocco dovrebbe fare. Sono maturi i tempi per dire basta all'aggresione di grosse società esterne, e deciderci, assieme, come comunità, ad affrontare un progetto collettivo di investimento che preservi il territorio e permetta ai cittadini di avere un ritorno diretto, da poter utilizzare o reinvestire per abbattere consumi e costi. Si tratta di decidere se buttarci in questa nuova avventura o rimanere a guardare mentre altri, portafoglio alla mano, per quattro soldi diverranno “padroni” delle nostre terre e del nostro vento".
La puntata di "Presa diretta" dovrebbe andare in onda domenica 11 marzo 2012.


VIDEO IN PRIMO PIANO :