-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Calano malati e decessi: Da domani i test sierologici- Tensione ad Hong Kong Cariche e scontri, 150 arresti- A Napoli lungomare bloccato 'Notte di follia fino alle 4'- In Lombardia oggi 441 contagiati in più di ieri- Cancelleri contro Atlantia: 'Un ricatto, via concessione'- I contagi in calo ovunque: 'Rt' è pomo della discordia- Rt sotto 1 in tutte le Regioni 130 morti nelle ultime 24 ore-

news

Post in evidenza

CORONAVIRUS: ABRUZZO, DATI AGGIORNATI AL 24 MAGGIO. CASI POSITIVI A 3226, +5

PESCARA - In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3226 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti ne...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 27 ottobre 2012

ANCORA NON PAGATI, SETTE EX GIOCATORI DEL SULMONA PROTESTANO CONTRO LA SOCIETA'

SULMONA - Si erano dati appuntamento ieri per un sit - in fuori lo stadio Pallozzi sette ex giocatori che lo scorso anno hanno militato nelle file del Sulmona Calcio e che ora giocano in altre squadre. La protesta, subito rientrata, era contro la società che a loro dire sarebbe inadempiente rispetto ai rimborsi dovuti, relativi allo scorso campionato. "Questa sera abbiamo avuto da parte della società un'apertura per chiarire tutti i malintesi possibili senza fare polemica, aspettiamo fiduciosi di risolvere la
problematica con il presidente, se la vertenza si dovesse risolvere in maniera pacifica saremo ben felici, altrimenti andremo avanti". Hanno detto i giocatori che hanno fermato il presidio. "Non è un passo indietro" hanno spiegato "daremo una settimana di tempo alla società e se la questione non si risolverà torneremo".
"Non abbiamo niente contro la città" hanno ribadito i calciatori "anzi siamo contenti che il Sulmona occupi la prima posizione nel campionato di Eccellenza, se le cose si risolvono saremo i primi  tifosi del Sulmona". Non hanno voluto parlare di cifre: "lo faremo quando sarà il momento. Non vogliamo far polemica" hanno continuato a ribadire gli ex giocatori, "il Sulmona sta vivendo un bel momento ed è giusto che se lo viva. Noi speriamo che la questione si chiuda giá da domani".





VIDEO IN PRIMO PIANO :