ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - A Cagliari vince il centrodestra, Truzzu sindaco- Ha la maglia 'antifascista', gli rompono il naso- Affondo di Bagnai: C'è il rischio di un atteggiamento mafioso dell'Ue- Pasquale Grasso si dimette dalla presidenza dell'Anm-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 23 aprile 2013

USI CIVICI, LEGA POPOLARE CONTRO LO SCIPPO DELLE PROPRIETA' PRIVATE

SULMONA - In questi giorni la Direzione Agricoltura, Servizio Foreste Demanio Civico ed Armentizio, della Regione Abruzzo, è impegnata a recuperare tutti i terreni che risultano essere vincolati dagli “usi civici”. Il problema che molti cittadini evidenziano è quello di vedersi scippati di una “proprietà” che avevano ereditato dai genitori, dai nonni o che avevano acquistato con atto pubblico e per la quale non risultava alcun vincolo. I più fortunati possono “riscattare” i terreni pagando una somma alla Regione Abruzzo e pagando un ulteriore rogito; per molti altri cittadini la situazione è drammatica poiché il Demanio ha deciso di inserire i loro terreni nella cosiddetta “Zona Rossa”, cioè terreni che non possono essere ceduti a privati cittadini
e che tornerebbero nella piena disponibilità della P.A. Ovviamente il Demanio ha già comunicato a tutti gli interessati che sia gli atti testamentari sia gli atti pubblici stipulati dai notai, in nome della Repubblica Italiana, sono nulli. Sono in molti a chiedersi: come può la P.A. svegliarsi dopo un lunghissimo letargo e scippare terreni a quelle famiglie che li hanno sempre lavorati? Come può recuperare terreni, di cui non era noto il vincolo civico, senza indennizzare i possessori per gli alberi presenti sui fondi? Come mai la P.A. è stata silente per molti decenni consentendo trasferimenti di proprietà tra privati e riscuotendo tasse per questi terreni?  In considerazione di questa strana situazione Lega Popolare chiede alla Regione Abruzzo maggiori spiegazioni e maggiori garanzie per quelle famiglie che hanno sostenuto spese per l’acquisto di tali terreni, che hanno investito denaro in colture arboree e che hanno da sempre pagato le tasse su tali proprietà. Infine LP chiede quale tutela la Regione intende adottare per non danneggiare quelle famiglie che hanno investito su tali proprietà e che ora vedono andare in fumo i loro sacrifici.


VIDEO IN PRIMO PIANO :