-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Benvenuto Presidente Mattarella: a L'Aquila un 'presidio per la scuola'- Salvini a Pontida: 'Questa è l'Italia che vincerà. Mai a sinistra, mai col Pd'- Gualtieri: 'All'Ue ho detto no a manovra restrittiva'-

news

News - Primo Piano

INAUGURATO IL PREMIO SULMONA CON IL POETA ESULE YANG LIAN

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 25 settembre 2013

"PERSEVERARE DIABOLICUM" DAL 27 AL 29 SETTEMBRE A CARAMANICO

CARAMANICO TERME -“Perseverare diabolicum” è il nome del nuovo appuntamento previsto dal 27 al 29 settembre per fare dell’arte la protagonista indiscussa.
Ancora una volta, il Progetto Residenze Teatrali, in collaborazione con il Comune di Caramanico Terme, ospiterà tanti artisti di diversa estrazione in spettacoli, mostre, seminari e laboratori presso l’ex Convento delle Clarisse di Caramanico Terme. Proprio qui avrà inizio alle ore 16 di venerdì 27 settembre il terzo appuntamento di ReTe con la mostra fotografica “Debut in_grado” curata da Angelo Bucciacchio che resterà in esposizione per tutti e tre i giorni. La mostra raccoglierà i lavori di sei giovani artisti: Pietro Felice, Ivan Divanto, Sabrina Giordano, Enzo Di Michele, Gabriella Di Marco e Ovelio di Gregorio.

“Debut in_grado” parte dal presupposto che c'è sempre un punto da cui iniziare, sentendosi o meno "in_grado" di mettersi a confronto col pubblico o con altri artisti, ma solo di grado "in_grado" ci si sente pieni della propria arte e della sua forza comunicativa. Perchè, usando le parole di Man Ray: "Forse il desiderio più profondo di ogni artista è quello di confondere o di fondere tutte le arti, così come le cose si fondono nella vita reale."
Non solo, nell’arco di questo lungo week end si alterneranno seminari e laboratori nel corso del giorno, per poi la sera assistere a spettacoli teatrali o live musicali.
Venerdì 27, subito dopo l’inaugurazione della mostra, inizierà il laboratorio teatrale a cura di Teatro Alchemico. Alle ore 21, invece, verrà proiettato il documentario di Rogo Teatro, “Viaggio nel trash”, vincitore del premio della Pace delle Regione Abruzzo nel 2007. Il video offrirà uno spaccato di Buenos Aires, dove la vita quotidiana frenetica del consumismo coabita senza danno apparente con una realtà più povera. Mentre alle 21.45 si esibirà Fabrizio Villacroce in una performace recitativa dal nome “Libera le ali” che è l’interpretazione di un pensiero scritto da Fabrizio stesso, che tenta di creare un discorso diretto a colpire l’animo degli spettatori. A seguire dj set di Christian Graziani.
Il giorno seguente, sabato 28 alle 9.30, si partirà con il seminario  di Maurizio Acerbo, “L’urlo e il Punk” che toccherà vari temi di un periodo complesso cercando connessioni da Allen Ginsberg a Sid Vicious. Alle 16 Carmela Caini e Flavia Valoppi presenteranno “Grotowski” che vuole essere un resoconto teorico-pratico dell'esperienza del laboratorio di Jairo Cuenta incentrato sullo stimolo e lo sviluppo fisico, emotivo e immaginativo dell’attore. Alle 21.30 poi si partirà con gli spettacoli, prima con “Vomano in lotta”, la storia dell’acqua del Vomano e degli uomini che la trasformarono in luce, a cura di Laboratorio Teatrale dell’Associazione “Da Grande Voglio Crescere”. Poi il trio Gialloreto, Brunetti, La Barba darà vita ad un concerto acustico, riproponendo brani di Jorma Kaukonen, Doc Watson, Elizabeth Cotten, De Gregori, Kuzminac e De Andrè. Alle 23.30, “Never Mind the Bollocks”, dj set di Maurizio Acerbo.
Un’altra giornata piena di appuntamenti sarà quella di domenica 29. Alle 10 tutti in piedi per lavorare al laboratorio di Cinema d’animazione fatto dai bambini, a cura di Isabella Micati e Alessio Tessitore dell'associazione Galina Caminante e aperto a tutti dai ragazzi dai 6 anni in su. Si continuerà con i video alle 12 con “Across Alive”, una serie di corti e cortissimi più o meno insani, dalla storica AP Production alla Bonzer Movie. Dopo una breve pausa si ricomincerà con Lorenzo Marvelli e il suo seminario “Mister Pig & Galactika” ovvero la presentazione di uno studio possibile sul mito di Pigmalione.
A concludere dibattito aperto sull'utilizzo degli spazi pubblici e sul rapporto tra istituzioni, operatori culturali e territorio, partendo dall'esperienza di Residenze Teatrali.
La partecipazione è libera e gratuita per tutte le iniziative. Durante i tre giorni di residenza all’interno del Convento si potrà mangiare insieme (spesa collettiva) e si potrà pernottare muniti di sacco a pelo nei piani superiori dello stabile.
Per info: info@residenzeteatrali.org – 393.1404015




VIDEO IN PRIMO PIANO :