ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Si è ucciso il prof arrestato per abusi sessuali- E' morto Franco Zeffirelli- Salvini firma il divieto d'ingresso alla Sea Watch 3- Hong Kong Sospesa la legge sulle estradizioni- In campo Giamaica-Italia 0-3 LIVE tripletta di Girelli- Caos procure,

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 29 luglio 2014

EMERGENZE ARCHITETTONICHE A RAIANO:VALUTAZIONI E PROPOSTE

RAIANO - Si è tenuta ieri a Raiano l'iniziativa "Emergenze architettoniche a Raiano: valutazioni e proposte", organizzata dall'associazione ARCA onlus.Il prof. Damiano V. Fucinese ha condotto la visita guidata al centro storico di Raiano, e ci si è potuti soffermare per riflettere insieme sulle principali emergenze e sulle modalità degli interventi post terremoto: si sono inoltre riscontrati danni (ad esempio una balaustra in ferro battuto del XVIII sec. praticamente divelta) e restituzioni piuttosto dubbie in alcuni fabbricati.
In seguito il gruppo si è spostato nella chiesa di Sant'Onofrio dove non si è potuto fare altro che constatare lo stato di grave degrado ed il distaccamento di parte del prospetto ovest.Alle 18 si è poi tenuto l'incontro-dibattito sulle emergenze con proiezione di immagini relative alle proposte dell'associazione. Al tavolo degli interventi era prevista la presenza del funzionario di Soprintendenza Berardino Olivieri, che per motivi personali ha dovuto declinare l'invito. Tuttavia la presenza del sindaco e dell'assessore delegato, nonché dei tecnici del Comune di Raiano, ha fatto si che l'incontro si svolgesse con vivacità ed alla presenza di un pubblico interessato. L'associazione ha avanzato le proprie proposte in materia di recupero e restauro dell'edilizia storica, ipotizzando soluzioni diverse da quelle abitualmente utilizzate (ad esempio proponendo tecnologie diverse dalla semplice applicazione della rete elettrosaldata, ma valutando anche materiali diversi come il sintetico, le fibre e le iniezioni di consolidamento nella ristrutturazione di solai, murature e coperture). Si è poi proposta l'adozione del piano del colore e dell'arredo urbano, sull'esempio di comuni come Bergamo, Ponza, Rieti, piano da adottare non prima di aver eseguito i necessari studi e valutazioni.
Infine si sono proiettate le immagini delle chiese e dei fabbricati danneggiati in seguito ai danni del terremoto e si è proposto di intervenire al più presto, soprattutto in situazioni gravissime quali la chiesa di Sant'Onofrio e quella Sant'Andrea ai Cappuccini, dove il tetto è ormai prossimo al crollo. L'associazione ha proposto una messa in sicurezza urgentissima e ci si è dati appuntamento a breve per realizzare il provvedimento.
L'incontro è stato vivo e ricco di proposte e di idee. Prossimo appuntamento, il 20 agosto per la posa della lapide che ricorda il ripristino dell'acquedotto in età romana.
Il direttivo dell'Associazione
Simona Pipponzi

VIDEO IN PRIMO PIANO :