ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Von der Leyen eletta d'un soffio alla Commissione- Commissione Europea: Von der Leyen all'esame del voto- Alitalia, Ferrovie sceglie Atlantia- Savoini non ha risposto a pm Di Battista: "Salvini bugiardo"- Huawei investirà in Italia 3 miliardi di dollari in tre anni-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 30 dicembre 2014

CONSIGLIO COMUNALE, OK AL REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI



 (video intervista Peppino Ranalli)
SULMONA -  Nell’ultima seduta dell’anno il consiglio comunale di Sulmona ha proceduto al riconoscimento di alcuni debiti fuori bilancio ed ha approvato il regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili che da la possibilità di sposarsi in luoghi accoglienti ed adeguati senza limitarsi alla saletta Mazara o presso l’ufficiale dello Stato Civile. E’ previsto infatti, per chi ovviamente ne farà richiesta, celebrare il proprio matrimonio nella terrazza e nel loggiato di Palazzo Mazara, alla rotonda di San Francesco, nella sala del giudizio di Paride di Palazzo Mazara, nell’aula consiliare del Comune e al parco fluviale Augusto Daolio.
Il regolamento è il frutto del lavoro portato avanti dal consigliere di maggioranza Roberta Salvati. “L’intento – ha spiegato il vice sindaco Luciano Marinucci – è ora quello di predisporre un piano di comunicazione e marketing dello sposarsi a Sulmona”. Le tariffe per l’utilizzo di una delle location in questione vanno da 50 a 300 euro. In precedenza l’assise civica ha approvato a maggioranza il riconoscimento di cinque debiti fuori bilancio per l’ammontare complessivo di 92.358 euro riferiti a spese non pagate dalla precedente amministrazione per lavori eseguiti dal 2009 al 2012. A conclusione della seduta il sindaco Peppino Ranalli ha colto l’occasione per rivolgere a tutti un augurio di buon anno ed ha annunciato che, in vista del termine ultimo del 17 gennaio per le osservazioni al metanodotto, ci sarà un apposito consiglio comunale prima di quella data.

 Art. 1
OGGETTO E FINALITA' DEL REGOLAMENTO
Il presente regolamento disciplina le modalità di organizzazione delle attività inerenti la
celebrazione del matrimonio civile nel territorio del Comune, nel rispetto della normativa vigente ed
in conformità di quanto previsto dall'art. 106 all'art. 116 del codice civile.
La celebrazione del matrimonio è attività istituzionale garantita ai cittadini, così come previsto
dal Codice Civile e dal vigente Regolamento di Stato Civile.
Art.2
FUNZIONI
Per la celebrazione dei matrimoni civili il Sindaco può delegare le funzioni di Ufficiale di Stato
Civile ai dipendenti a tempo indeterminato o al Segretario Comunale.
Possono celebrare i matrimoni civili anche Assessori, Consiglieri Comunali o cittadini italiani che
abbiano i requisiti per l'elezione a Consigliere Comunale a ciò abilitati per legge ed appositamente
delegati dal Sindaco.
Art. 3
LUOGO DELLA CELEBRAZIONE
Il matrimonio civile è celebrato pubblicamente, alla presenza di due testimoni maggiorenni, muniti
di idoneo documento di identità in corso di validità, anche parenti degli sposi, su domanda degli
interessati, oltre che nella Sala Matrimoni presso la Saletta Mazara, anche nei seguenti luoghi che
per queste occasioni assumono la denominazione "Casa Comunale":
 TERRAZZA PALAZZO MAZARA
 LOGGIATO PALAZZO MAZARA
 ROTONDA DI SAN FRANCESCO
 SALA DEL GIUDIZIO DI PARIDE
 AULA CONSILIARE
La celebrazione fuori dalla casa comunale e dai luoghi autorizzati può avvenire solo nei casi
previsti dall'art.110 del Codice Civile.
Art. 4
RICHIESTA DELLA CELEBRAZIONE
La richiesta di celebrazione si presenta presso l'ufficio di Stato Civile compilando apposita
domanda sottoscritta da parte di uno dei due nubendi, secondo il modello allegato “A”, che
forma parte integrante del presente regolamento.
L'istanza dovrà contenere le generalità dei nubendi, la data e l'ora del matrimonio, la scelta del
regime patrimoniale.
La celebrazione del matrimonio deve essere preceduta dalle regolari pubblicazioni di matrimonio.
Art. 5
GIORNATE ED ORARIO DI CELEBRAZIONE
Il matrimonio civile, in base alla scelta dei nubendi, è celebrato, nel rispetto dei giorni e degli orari
indicati nell'allegato “C” del presente regolamento ed è comunque subordinato alla disponibilità dei
luoghi richiesti.
Le celebrazioni sono comunque tassativamente sospese durante le seguenti festività:
1 e 6 Gennaio
La domenica di Pasqua ed il giorno successivo (Lunedì dell'Angelo)
25 Aprile
1 Maggio
2 Giugno
15 Agosto
28 Aprile (festa del Patrono)
1 Novembre
8, 25, 26 e 31 Dicembre
Art. 6
ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO
L'Ufficio Comunale competente all'organizzazione della celebrazione dei matrimoni civili è
l'Ufficio di Stato Civile.
La visita di luoghi destinati alla celebrazione del matrimonio civile potrà essere effettuata da
parte dei richiedenti previo appuntamento.
La richiesta relativa all'uso dei luoghi cui all'allegato “A”, che forma parte integrante del presente
regolamento, deve essere inoltrata almeno 30 (trenta) giorni prima della data del matrimonio
all'Ufficio di Stato Civile del Comune di Sulmona da parte di uno dei due nubendi.
L'Ufficio di Stato Civile entro 5(cinque)giorni dalla presentazione della domanda, accorderà
l’autorizzazione per l'utilizzo della sala, ovvero comunicherà, nel modo o nella forma ritenuta più
rapida, le ragioni del mancato accoglimento dell'istanza.
La prenotazione del luogo per la celebrazione del matrimonio non sarà tuttavia effettiva fino a
quando i richiedenti non consegneranno la ricevuta di avvenuto pagamento all'Ufficio di Stato
Civile della tariffa dovuta, di cui all’allegato “B”, che forma parte integrante del presente
regolamento.
Il pagamento dovrà essere effettuato presso la tesoreria comunale entro 15 (quindici) giorni prima
della celebrazione. La causale da indicare in ogni forma di pagamento è: “celebrazione matrimonio
civile del giorno xx/xx/xxxx.”
L'Ufficio di Stato Civile assicurerà che i servizi richiesti siano regolarmente prestati.
Art.7
ALLESTIMENTO DELLA SALA
I richiedenti potranno, a propria cura e spese, e previa comunicazione all'Ufficio di Stato Civile del
Comune, arricchire la sala con ulteriori arredi ed addobbi che al termine della cerimonia dovranno
essere tempestivamente e integralmente rimossi, sempre a cura dei richiedenti.
La sala dovrà quindi essere restituita nelle medesime condizioni in cui è stata concessa per la
celebrazione.
Il Comune di Sulmona si intende sollevato da ogni responsabilità legata alla custodia degli arredi ed
addobbi temporanei disposti dai richiedenti.
A garanzia di quanto sopra stabilito i nubendi dovranno sottoscrivere una liberatoria in favore del
Comune di Sulmona con cui sollevano l’amministrazione comunale da ogni responsabilità e si
accollano direttamente le spese causate da danni subiti dagli arredi e strutture di proprietà dell’Ente.
Art. 8
PRESCRIZIONI PER L'UTILIZZO
E' fatto divieto al lancio di riso, coriandoli, confetti ed altro materiale all'interno della sala utilizzata
per la cerimonia e negli atri comunali.
Art. 9
MATRIMONIO CON L'AUSILIO DI UN INTERPRETE
Nel caso i nubendi, i testimoni o solo uno di essi siano cittadini stranieri, devono dimostrare
all'Ufficiale dello Stato Civile, prima della celebrazione del matrimonio, di comprendere la lingua
italiana.
Qualora dimostrassero di non intendere la lingua italiana, dovranno avvalersi di un interprete come
previsto dagli artt. 13 e 66 del D.P.R. 396/2000, al reperimento del quale dovranno provvedere i
nubendi stessi.
L'eventuale interprete dovrà presentarsi all'Ufficiale dello Stato Civile almeno 5 (cinque)
giorni prima della celebrazione del matrimonio, esibendo un documento in corso di validità, per
comunicare la propria disponibilità ad assumere l'incarico sottoscrivendo, alla presenza del
nubendi, apposito verbale sulla capacità ad effettuare la traduzione richiesta.
Art. 10
MATRIMONIO SU DELEGA
Nel caso il matrimonio avvenga su delega di altro Comune, gli sposi dovranno inoltrare preventiva
richiesta della disponibilità alla celebrazione, compilando e sottoscrivendo il modello allegato “A”
del presente regolamento con le medesime modalità indicate negli art. 4 e segg. con anticipo di
almeno 30 giorni.
Per il matrimonio celebrato su delega di altro comune i nubendi dovranno produrre entro 8 giorni
dalla data della celebrazione, salvo diverso accordo con l'Ufficiale di Stato Civile, la seguente
documentazione:
1. delega del comune richiedente;
2. fotocopia dei documenti di identità dei nubendi;
3. fotocopia dei documenti di identità dei testimoni;.
4. conferma del regime patrimoniale.
Art. 11
FORMALITA' PRELIMINARI ALLA CELEBRAZIONE
Nel giorno previsto per la celebrazione, per il regolare svolgimento della stessa, dovranno essere
presenti, oltre ai nubendi due testimoni maggiorenni (1 per lo sposo, 1 per la sposa),muniti di
documento di identità in corso di validità.
Almeno 8 giorni prima della data prevista per la celebrazione i nubendi dovranno consegnare presso
l'ufficio di stato civile la fotocopia del documento di identità incorso di validità dei testimoni.
In caso di variazione dei testimoni e/o dell'interprete per motivi di urgenza o della scelta del
regime patrimoniale, i nubendi devono darne comunicazione tassativamente entro le ore 12
del giorno precedente il matrimonio.
Art. 12
COSTO DEL SERVIZIO
Per la celebrazione del matrimonio è dovuto il pagamento di una tariffa di cui all'allegato “B”.
Le tariffe sono determinate in sede di prima applicazione dal Consiglio Comunale ed aggiornate
annualmente dalla Giunta Comunale.
L'importo della tariffa sarà diversificato a seconda della residenza o meno nel Comune di Sulmona
di almeno uno dei nubendi nonché dei giorni di celebrazione.
Art. 13
ALLESTIMENTO ARREDI E PROMOZIONE
Il Comune di Sulmona per lo svolgimento delle attività connesse all’attivazione del presente
regolamento potrà procedere alla formazione di una “short list” di soggetti idonei per interventi di
allestitori, arredatori e/o agenzie di wedding planner mediante apposito avviso.
I soggetti innanzi citati dovranno, altresì, impegnarsi a promuovere lo “Sposarsi a Sulmona” nei
propri canali di comunicazione.
Art. 14
DISPOSIZIONI FINALI
Per quanto non previsto dal presente regolamento si rimanda alla normativa vigente in materia.
Art. 15
ENTRATA IN VIGORE
Non saranno soggetti al pagamento della tariffa i matrimoni civili già autorizzati alla data
dell’entrata in vigore del presente regolamento.
Allegato “A”
Al Signor Ufficiale dello Stato Civile del
Comune di Sulmona.
DOMANDA DI PRENOTAZIONE PER LA CELEBRAZIONE DI MATRIMONIO CIVILE
Il/La sottoscritto/a ______________________________________
Nato/a a _______________________________ Prov. _________ il ________________________
Residente a _______________________________ Prov. _________________________________
Codice Fiscale _________________________________________
Cittadino _____________________________________________
In relazione al matrimonio che intende contrarre con:
Cognome _____________________________________________
Nome ________________________________________________
Nato/a a _______________________________ Prov. _________ il _____________________
Residente a _______________________________ Prov. _________________________________
Codice Fiscale _________________________________________
Cittadino _____________________________________________
Chiede che la celebrazione dei matrimonio civile abbia luogo il giorno __________________
presso:
 Saletta Mazara
Terrazza Saletta Mazara
Rotonda di San Francesco
Sala del Giudizio di Paride
Sala Consiliare
Regime Patrimoniale:
□ Comunione dei beni
□ Separazione dei beni
Il/La sottoscritto/a DICHIARA inoltre di assumersi ogni responsabilità relativa all'utilizzo della
struttura secondo quanto previsto dal vigente Regolamento Comunale per la celebrazione dei
matrimoni civili.
Sulmona Firma
Allegato “B”
NUBENDI
Residenti nel Comune di Sulmona
(almeno uno dei nubendi)
Non Residenti nel Comune di
Sulmona
e/o Cittadini Stranieri
LUOGHI
FERIALE PREFESTIVO/FE FERIALE PREFESTIVO/FE
Saletta Mazara
€ 100,00
€ 100,00
€ 150,00
Loggiato Palazzo
Mazara
€ 50,00 € 100,00 € 100,00 € 150,00
Terrazza Saletta Mazara € 100,00 € 100,00 € 150,00 € 150,00
Sala del Giudizio di
Paride
€ 100,00 € 100,00 € 150,00 € 150,00
Aula Consiliare € 200,00 € 250,00 € 250,00 € 300,00
Rotonda di San
Francesco
€ 200,00 € 250,00 € 250,00 € 300,00
 Le tariffe riportate comprendono l’uso e la pulizia finale esclusivamente del luogo prescelto.
Allegato “C”
MATTINO POMERIGGIO
GIORNI
DALLE ORE ALLE ORE DALLE ORE ALLE ORE
Lunedi 9,00 12,00 16,00 17,00
Martedì 9,00 12,00
Mercoledì 9,00 12,00
Giovedì 9,00 12,00 16,00 17,00
Venerdì 9,00 12,00
Sabato e Domenica Orario da concordare con l’Ufficiale di Stato Civile

VIDEO IN PRIMO PIANO :