-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Contagi in calo,+347: Focolai al rientro da vacanze- Beirut: assaltato il ministero degli esteri, manifestanti feriti- Via libera al decreto agosto: Norme anti covid fino al 7/9- L'annuncio della regione Lazio: Dal 24 agosto il vaccino si sperimenta sull'uomo- Incidente aereo in India, almeno 14 morti e 15 feriti gravi- Contagi ancora in salita: 552 Balzo di 150 malati, 3 morti-

news

PRIMO PIANO

INAUGURATO A CASTEL DI SANGRO IL POSTO DI POLIZIA

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 29 maggio 2015

IL SULMONESE FRANCESCO QUATTROCCHI DIRIGE NEL DUOMO DI MILANO L'OPERA LIRICA "MOSE'"


MILANO - Per la prima volta, l’opera lirica Mosè di Gioachino Rossini, con la straordinaria presenza di Ruggero Raimondi nella parte del protagonista, sarà rappresentata all’interno del Duomo di Milano in quattro serate: 8, 11, 15 e 18 giugno alle ore 21.00, con l’Orchestra e il Coro della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano diretti dal sulmonese Francesco Quattrocchi.
La scelta di realizzare un grande evento
mettendo al centro la figura di Mosè è la rappresentazione di un percorso
con cui la Veneranda Fabbrica riafferma l’attualità di questo straordinario messaggero.
Le immagini dell’opera si susseguiranno in forma astratta, senza simboli e riferimenti a segni del passato, poiché la lettura della figura di Mosè si trasforma di generazione in generazione ed è sempre riletta in chiave attuale. È un’immagine in movimento che attraversa i secoli e i millenni senza invecchiare, attualizzandosi giorno dopo giorno: Mosè è colui che diffonde un messaggio tra il finito e l’infinito, è il più grande comunicatore della storia dell’uomo prima di Cristo.

L’intera rappresentazione sarà giocata sulla forza dei colori e delle immagini: l’emozione delle acque del Mar Rosso e la suggestione della proiezioni su alcune delle colonne della Cattedrale con la tecnica del video mapping, segno di quei Comandamenti che ancora oggi sono il pilastro della società e dei valori del convivere, accompagneranno lo spettatore insieme al piacere dell’ascolto di un testo musicale particolarmente efficace, che si fa sentire con gioia, come nello stile rossiniano.

VIDEO IN PRIMO PIANO :