-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Di Maio avverte Conte: 'Senza M5s non c'è governo'- Renzi chiude la Leopolda: 'Puntiamo alla doppia cifra'- Appello agli scontenti di Fi La protesta in Cile. Santiago sotto coprifuoco. Tre morti durante i disordini-

news

News - Primo Piano

LA CAROVANA DELLA PROTEZIONE A CASTEL DI SANGRO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 28 settembre 2015

FP CGIL L’AQUILA "AL COGESA NON VIENE APPLICATO CORRETTAMENTE IL CCNL DI SETTORE"

L'AQUILA - "Alla scrivente Organizzazione Sindacale risulta che nell’Azienda pubblica COGESA di Sulmona che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti presso la stessa città e nei comuni della Valle Peligna e dell’aquilano, non viene applicato correttamente il CCNL di settore. Nella fattispecie, si tratta delle mancate erogazioni del Compenso Retributivo Aziendale riferite agli anni 2012, 2013 e 2014. Nonostante le ripetute sollecitazioni da parte della scrivente O.S. e le rassicurazioni da parte dell’Amministratore Unico, ad oggi l’Azienda non ha ancora provveduto ad erogare quanto dovuto.
È doveroso ricordare che le somme in questione - che ogni Azienda è tenuta a versare laddove non esiste una contrattazione decentrata - vengono accantonate insieme a quelle destinate per la copertura degli emolumenti, poiché, appunto, previste dallo stesso CCNL di settore. Non è certo attraverso l’abbattimento del costo del lavoro o eventuali esternalizzazioni dei servizi che si ottiene una maggiore efficacia ed efficienza del servizio ai cittadini. Al contrario, è nel rispetto del contratto nazionale, quale unico strumento regolatore del rapporto di lavoro, che si sostanzia una sana gestione tecnica ed amministrativa di una società interamente a capitale pubblico che eroga un servizio pubblico essenziale. Al di là delle somme (centocinquanta euro annui per ciascun lavoratore) la scrivente ribadisce la necessità del rispetto delle regole e invita anche i sindaci dei comuni proprietari a vigilare, poiché è quanto meno doveroso, da parte di un’azienda pubblica, seguire il dettato contrattuale. La scrivente Organizzazione Sindacale, ribadendo che adotterà ogni strumento consentito dalla normativa per difendere il diritto dei lavoratori ad un giusto salario, nonché quello dei cittadini ad un servizio sempre più efficace ed efficiente e totalmente pubblico, resta disponibile ad un incontro da tenersi congiuntamente alle altre Organizzazioni Sindacali stipulanti il contratto nazionale di settore".

FP CGIL Provincia dell’Aquila

VIDEO IN PRIMO PIANO :