ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova- 'Picchia mio figlio e legge Anna Frank', sospesa- Salvini: 'Flat tax è frontiera della durata del governo'- Scontro sui migranti, Di Maio: 'Salvini nel pallone' Leader Lega: 'Onu burocrati'- Google e i big dei chip rompono con Huawei-

news

News - Primo Piano

89ENNE COLTO DA MALORE MUORE NEL SUO TERRENO AGRICOLO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 26 settembre 2015

"I CONSIGLIERI DI MINORANZA DEL COMUNE DI SULMONA DICONO NO ALLA CENTRALE SNAM QUALUNQUE ESSA SIA"

SULMONA - "La conferenza dei capigruppo convocata ieri  per informare i consiglieri comunali dell’esito della conferenza dei servizi tenutasi l’altro giorno, a Roma, sulla realizzazione della centrale di compressione in località Case Pente, è servita al sindaco per informare i consiglieri del fatto che la centrale si farà.  Il primo cittadino, però, ha anche riferito della “disponibilità” della Snam a realizzare non più una centrale a gas ma una a conduzione elettrica così da ridurre l’effetto impattante sull’ambiente: soluzione non nuova a Ranalli che conosceva da tempo l’intenzione della Snam di trasformare l’impianto di alimentazione della centrale.
Ipotesi questa che Regione,  Provincia e  Comune, starebbero prendendo in considerazione per concedere il loro assenso vista la presunta ineluttabilità della realizzazione dell’opera"si legge in una nota giunta in redazione.  "La conferenza dei capigruppo, è stata aggiornata a data da destinarsi, sebbene abbia espresso la propria contrarietà alla realizzazione della centrale qualunque modello essa sia. Questo però, a noi, non può bastare. Dal canto nostro, infatti,  sentiamo, ora più che mai, l’esigenza di non deporre le armi.Per questo pretendiamo che la politica prenda finalmente una iniziativa forte e risolutiva difendendo il territorio davanti al presidente del consiglio Matteo Renzi.  Finora Comune, Provincia e Regione, sono stati a rimorchio delle iniziative prese da altri pensando, così, di mettersi al riparo dalle loro pesanti responsabilità;  i partiti sono stati completamente assenti a tutti i livelli e oggi vorrebbero imporre  al territorio di preferire il “male minore”.  Noi non dobbiamo optare tra i due mali: diciamo solo no alla centrale per tutelare gli interessi della comunità.Quindi chiediamo al presidente della Regione Luciano D’Alfonso e all’assessore Andrea Gerosolimo; al presidente della Provincia Antonio de Crescentiis, al sindaco di Sulmona Giuseppe Ranalli e ai partiti di prendere  l’iniziativa risolutiva verso la presidenza del consiglio dei ministri per impedire la realizzazione dell’opera, qualunque essa sia e dimostrare così  il valore  della loro forza politica nella risoluzione di problemi importanti come quello della centrale".

I consiglieri comunali


Daniele Del Monaco
Mimmo Di Benedetto
Gianfranco Di Piero                                      
Luigi La Civita
Alessandro Lucci
Luigi Santilli                                                                                                                                                

VIDEO IN PRIMO PIANO :