news

VIDEO IN PRIMO PIANO - gigi d'alessio a sulmona - conferenza stampa

martedì 13 dicembre 2016

AL VIA "RESTART"SALA AVORIO PRATOLA PELIGNA

PRATOLA - "RESTART", to start again or to make something start again... rimettiamo in moto un progetto dopo una lunga pausa forzata, con lo stesso entusiasmo del 2008 ma in uno spazio recuperato alla vita dopo il sisma del 2009 e con un diverso approccio alle modalità, ai contenuti e ai pubblici.Avviato con un seminario sulla riforma costituzionale, il nuovo progetto culturale si manifesta ora con una mostra collettiva di artisti, in parte già presenti in quella che fu Avatars Gallery,
cui oggi si aggiungono talenti emergenti e nomi affermati nel panorama artistico contemporaneo:Alessandra Carloni, Sara Chiaranzelli, Matteo Clementi, Barbara Duran, Silvio Formichetti, Graziella Gagliardi, Tina Sgrò.Diversi per età, storia, stili ed esperienza offrono sensibilità e letture diverse dell'agire contemporaneo: dall'espressione favolistica e sognante del rifugio dell'anima al senso di incomunicabilità e straniamento dal vissuto quotidiano; dalla pittura che finalmente diventa denuncia politica alla ricerca della rappresentazione dell'essere umano nella sua dualità e vulnerabilità; dalle tracce della memoria in interni quotidiani cristallizzati all'energia della materia e agli squarci di luce che filtrano dall'esistenza o ai toni sanguigni delle carni abrase e agli sguardi requirenti.

Queste le emozioni da cui ognuno potrà "prendere il largo" alla ricerca della "visione" di questi artisti giovani e appassionati che "Sala Avorio" ospiterà per un mese dal 18 dicembre 2016 al 18 gennaio 2017 a Pratola Peligna.Selezione e allestimento a cura di Pasquale Di Loreto e Marco Maiorano.Opening domenica 18 dicembre 2016, ore 11.00, Vico Arco Santoro 10 (P. Madonna della Libera). Gli artisti e i curatori accoglieranno gli ospiti con un aperitivo di benvenuto, ma l'evento proseguirà anche nel pomeriggio.Si potrà accedere alla mostra RESTART presso "Sala Avorio", dal martedì al venerdì 18.00-19.30; sabato e domenica 17.30-19.00. Chiusura 24, 25 e 31 dicembre 2016, 1° gennaio 2017."Sala Avorio", ricavata da un fondaco che ha avuto molte vite, in un palazzo storico della città, è uno spazio privato appena ristrutturato secondo criteri antisismici, dove organizzare eventi, feste, mostre, conferenze, film, servizi fotografici e concerti. Con una capienza di 80 coperti, è dotata di impianti di riscaldamento, acustici e di proiezione, di 3 ingressi nonché dei più moderni sistemi di sicurezza.

VIDEO IN PRIMO PIANO :