news

VIDEO IN PRIMO PIANO - INCENDIO SUL MONTE MORRONE

venerdì 28 luglio 2017

RICOSTRUZIONE: LE TABELLE 2013/2015, L'EX ASSESSORE GOTI REPLICA AL SINDACO CASINI

SULMONA - " Gent.mo Sig. SINDACO.In riferimento alle dichiarazioni rilasciate durante l’incontro con il Sottosegretario De Micheli relative alle responsabilità a carico delle Amministrazioni che hanno preceduto la sua sindacatura occorre evidenziare in termini di verità la situazione che lei ha trovato al momento del suo insediamento, situazione ben nota ai Consiglieri di maggioranza Salvati, Santilli e Pantaleo ed Assessor e Sinibaldi all’epoca consigliere delegato dal Sindaco alla Ricostruzione, in quanto anche loro protagonisti all’epoca degli sforzi che l’intero consiglio comunale ha profuso su un tema cosi delicato per tutta la città.
L’ufficio sisma organizzato dal Dirigente del 4 Settore e dai funzionari coadiuvati da 3 addetti della Coop Satic con grande sforzo e assunzione di responsabilità hanno prodotto, ordinanze, rendicontazioni, istruttorie ed altri provvedimenti previsti dalla normativa vigente all’Ufficio speciale per la Ricostruzione di Fossa.
Dopo numerosi incontri con i Sindaci dei Comuni del Territorio il Consiglio Comunale di Sulmona ha approvato la convenzione con la quale l’ufficio UTR di Goriano doveva svolgere le procedure burocratiche.

Grazie ad un continuo e costante lavoro con i Parlamentari Regionali e con l’ALLORA sottosegretario della Presidenza del Consiglio legittimamente si è riusciti ad assegnare importanti risorse per il “ fuori cratere” non ultima l’assegnazione di circa 34.000.000 di € per la Valle Peligna di cui 12.000.000 per la Città di Sulmona. Stesso impegno per la ricostruzione pubblica sul quale tutti gli edifici scolastici con un piano approvato da Ufficio
speciale di Fossa avevano un crono programma e finanziamenti certi per la loro messa in sicurezza. Non risponde al vero che lei non ha trovato una filiera per la ricostruzione, non risponde al vero che a questo grande sforzo non abbiano contribuito gli ordini professionali e l’ance l’Aquila.
La verità Sig. Sindaco e che quello che era stato faticosamente costruito in termini politici ed amministrativi lei lo ha azzerato con la scellerata gestione delle gare relative alle cooperative, con la fantomatica rivoluzione amministrativa annunciata e con lo stravolgimento del piano di ricostruzione pubblica che l’ufficio di fossa le ha pubblicamente rimproverato di non aver ancora predisposto.
Come si evince alla data del 31/12/2015 dalle tabelle risultano ben 32 milioni di euro finanziati, 19 milioni di euro sono stati spesi e la restante parte 13 milioni deve essere rendicontata e liquidata. Nel periodo della sua amministrazione quale è l’importo rendicontato e liquidato?
Dei 21 milioni finanziati per le scuole che con sacrificio siamo riusciti a farci approvare quanti sono stati rendicontati e liquidati?

Con Le sue dichiarazioni dimostra di non conoscere il lavoro affrontato dagli uffici comunali, dai tecnici e dalle imprese di questa città che con grande spirito comunitario hanno messo a disposizione la loro professionalità.Lei che in quei brutti periodi non era con Noi faccia tesoro del lavoro svolto e cosi come dichiarato in campagna elettorale porti a termine il lavoro con coscienza, in silenzio e meglio di chi l’ha preceduta".

Stefano Goti

VIDEO IN PRIMO PIANO :