ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Tria: 'Rispettiamo le regole, ottimista su procedura Ue'- Colpo alla 'ndrangheta: Arresti in Emilia-Romagna- Olimpiadi invernali 2026: Vincono Milano e Cortina. Sogno olimpico per l'Italia- Evaso in Uruguay boss 'ndrangheta Rocco Morabito- Giochi 2026, oggi si decide Conte: 'Il sogno dell'Italia'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 29 marzo 2018

PRESENTATO IL BILANCIO PREVENTIVO DI COGESA SPA: TAGLIO DEI COSTI, RAZIONALIZZAZIONE DEI SERVIZI, ASSUNZIONE DI 32 DIPENDENTI E AUMENTO DEI RICAVI

VIDEO INTERVISTA VINCENZO MARGIOTTA
SULMONA - Taglio dei costi, razionalizzazione dei servizi, l’assunzione di 32 dipendenti, l’aumento dei ricavi, con un utile di 15 volte superiore rispetto a quello del 2017. La previsione di bilancio 2018 di Cogesa SpA, calcolando il contenimento dei costi e le previsioni dei ricavi sulla base dei conti 2017 e delle prospettive 2018, si chiuderà con un utile di 168mila euro.Questa mattina il presidente del Cogesa Vincenzo Margiotta e Stefano Margani, hanno presentato le linee guida del bilancio di previsione 2018.Si punta a questo risultato partendo dall’incremento del fatturato e dalla razionalizzazione dei costi di gestione su cui concentrarsi nel corso di quest’anno.
Come ad esempio, le spese sostenute per l’acquisto dei mezzi, che saranno nel 2018 sostituite della formula del noleggio (full rent), quelle per i carburanti (il cui rifornimento viene solo effettuato tramite self service), quelle dell’officina che viene gestita interamente da personale interno (senza ricorrere a meccanici e tecnici esterni).


In generale, si è alzato il livello medio di prestazione dei dipendenti, diminuendo i tempi di esecuzione dei singoli servizi (ritiro mastelli, spazzamento), standardizzando le pratiche e organizzando al meglio le cose.
I costi minori stimati sono legati all’implementazione delle stazioni ecologiche sul territorio e alla creazione di mini società satelliti sul territorio, cioè delle vere e proprie unità locali con mezzi e dipendenti assegnati. La riorganizzazione consente una razionalizzazione della galassia Cogesa, con minore dispendio di risorse umane e di mezzi (che operano solo su singole porzioni di territorio non dovendo tornare a scaricare i rifiuti ad ogni carico negli impianti di Noce Mattei), con notevole risparmio sui costi del carburante, sui tempi e sulle emissioni in atmosfera.
Il tutto si tradurrà in una minore spesa per i Comuni soci, con la tariffa Tmb che scenderà a 105,72 per quelli che hanno raggiunto o superato il 65 per cento di raccolta differenziata (rispetto ai 107,65 del 2017) e di 110,32 per quelli che non hanno raggiunto la percentuale minima del 65% (con una diminuzione di 5 euro e 23 centesimi a tonnellata rispetto all’anno scorso).
L’intento è quello di garantire una maggiore stabilità alla Società, con la prevalenza che a febbraio era pari al 92 per cento, grazie all’ingresso di Asm e di 12 nuovi comuni.
I nuovi ingressi sono: Barrea (24/7/17), Bussi sul Tirino (28/8/17), Ocre (28/9/17), Civitella Alfedena (29/9/17), Opi (29/9/17), Alfedena (7/10/17), Scontrone (7/10/17), Villetta Barrea (13/10/17), Rivisondoli (13/10/17), Collepietro (30/10/17), Castiglione a Casauria (9/12/17), Roccaraso (23/2/2018), Asm (22/2/18).
Il bilancio preventivo è stato approvato il 23 marzo scorso all’unanimità dall’assemblea dei sindaci soci, che si è svolta all’Auditorium dell’Annunziata. Subito dopo la riunione si è tenuta la visita guidata, organizzata da Cogesa SpA, al complesso monumentale dell’Annunziata e alle varie sezioni del museali.


I dati nel dettaglio
Il valore della produzione stimato è di 15.673.725 euro.

-          Conferimenti rifiuti urbani indifferenziati: secondo le previsioni entreranno nel Tmb 53mila e 184 tonnellate (di cui 43.872 dai soci e 9.312 da terzi) per un ricavo calcolato di 4 milioni e 977mila 826 euro. Nel previsionale 2017 il dato era pari a 1.976.374.

-          Conferimento rifiuti urbani indifferenziati da parte di terzi: la stima prevede 9.300 tonnellate pari ad 1.164.962 che arriveranno da Ama Roma e che andranno a far lavorare a regime l’impianto di trattamento meccanico biologico. Nel previsionale 2017 era di 2.679.318 euro.

-          La gestione dei servizi di igiene ambientale (raccolta rifiuti) in 60 dei 64 comuni soci: prevede una stabilizzazione del fatturato con un ricavo di 6.909.532. Nel previsionale del 2017 era pari 7.326.748. Dunque con previsione di un notevole risparmio per i Comuni.

-          Per il trattamento dei rifiuti differenziati e la conseguente cessione alle filiere di carta, vetro, plastica, organico si prevede un ricavo di 2.300.000 (oltre 300.000 euro in più rispetto all’anno precedente, grazie alla maggiore qualità della materiali conferiti e lavorati in impianto).

⦁    Per i costi del personale: retribuzione ordinaria ed indennità: 3.609.600 (nel 2017 era di 3.074.806).


Good news

La gestione degli impianti produce valori ben al di sotto dei limiti di legge per quanto riguarda  le immissioni in atmosfera. I dati, infatti, continuano ad essere confortanti: con l’ultima rilevazione dell’indice respirazione dinamico potenziale, valutato dal 21 febbraio al 16 marzo, che è pari a 520 su una soglia che non deve superare il valore di mille.

In occasione della Pasqua, e non solo, è stata avviata una serie di pulizie straordinarie sulle strade sulmonesi e non solo. In particolare a Sulmona, in questi giorni, è entrata in funzione la bicicletta elettrica. Il nuovo mezzo a impatto ambientale zero, preso in affitto, che non inquina ed è silenzioso, serve per lo spazzamento delle strade e lo svuotamento dei cestini getta carte nei centri storici. Resta in azione anche il glutton, il macchinario elettrico, compatto e innovativo, che serve a pulire lo sporco più insidioso dalle strade, non danneggiando pavimentazioni storiche e di pregio. In più, grazie all’alimentazione con batterie a litio è assolutamente silenzioso e rispettoso dell'ambiente.
In più, da questa notte sono state avviate le pulizie straordinarie su varie zone di Sulmona: l’area di piazzale Ruggieri, le scale di ponte Capograssi e l’ascensore, il collegamento da corso Ovidio al parcheggio di Santa Chiara, piazza Garibaldi, la villa comunale, le scalinate del museo di Santa Chiara e  della rotonda di San Francesco,  i portici di corso Ovidio. Operazioni che continueranno anche nei prossimi giorni all’Annunziata e alla villa comunale.


I mezzi di Cogesa SpA, 54 in totale monitorati quotidianamente con sistema Gps, compiono oltre 700mila chilometri all’anno.


Nel primo semestre del 2017 in piattaforma sono arrivati 5.400 tonnellate, nel secondo semestre (gestione Margiotta) ne sono arrivate 6.800. Il primo trimestre 2017 2.400 tonnellate in piattaforma nello stesso periodo di quest’anno sono 4.500, cosa che implica che entro l’anno l’impianto lavorerà a pieno regime. L’accelerazione data da luglio dell’anno scorso alle raccolte differenziate, con tutti i comuni serviti che hanno superato il 70 per cento della raccolta differenziata.



VIDEO IN PRIMO PIANO :