ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Ponte crollato:Via libera al rientro degli sfollati a casa- Oettinger: 'L'Ue respingerà la manovra' Roma: 'Basta, non cambia'- Nichi Vendola colpito da infarto, non è in pericolo- 'L'Ue boccerà la manovra', poi Oettinger: 'Una mia opinione'- Studente attacca college in Crimea, 18 morti- Mimmo Lucano ha lasciato Riace-

news

News - Primo Piano

PEZZO DI CEMENTO SI STACCA DAL VIADOTTO AUTOSTRADALE A 25

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 9 maggio 2018

GABRIELLA DI GIROLAMO: "SARÒ PRESIDIO DI GARANZIA DI TRASPARENZA E TUTELA PER I CITTADINI E I LAVORATORI DEL TERRITORIO"

"Considerazioni e impegno riguardo la richiesta di Revoca dell’appalto dei Servizi di custodia museale/culturale alla Cooperativa servizi Turistici di Sulmona avanzata dalla FP – CGIL.
SULMONA - "Apprendiamo in queste ore l’esito di una vicenda che abbiamo seguito dacché ci fu segnalata sia dai lavoratori della cooperativa Zoe, a rischio di perdita del lavoro, sia dai rappresentanti del sindacato FP - CGIL, Anthony Pasqualone e Francesco Marrelli. Siamo nella spinosa materia del lavoro e della tutela dei diritti dei lavoratori: come si evince dai dettagli emersi e pubblicati ieri sera e che continuano ad essere diffusi, sembra ormai del tutto evidente che ha avuto esito fallimentare ogni tentavo di confronto con la Cooperativa aggiudicataria dell’appalto dei servizi in oggetto, al fine del rispetto della clausola sociale di salvaguardia dei lavoratori aventi diritto.
La disattesa di uno degli ultimi baluardi di difesa dei lavoratori, l’imprescindibile clausola sociale di salvaguardia, costituisce di per sé cosa grave e degna di attenzione, poiché anche un singolo episodio può ben fungere da cartina tornasole di modi di intendere e fare che vanno evitati e stigmatizzati. Nel caso specifico rileviamo un atteggiamento e un comportamento riprovevoli da parte di una cooperativa “sociale”, la Cooperativa Servizi Turistici di Sulmona, la quale, per mezzo delle dichiarazioni della sua Presidente, Rossella De Deo, in sede di convocazione dell’Ispettorato provinciale del Lavoro a l’Aquila, ha ostentato il più assoluto dispregio della suddetta clausola, neanche rappresentasse una Società sorda privata. Accantonando il “sociale” che la caratterizza come Cooperativa di tipo B e pertanto più che mai tenuta al rispetto del contratto nazionale che le dà giuridica ragion d’essere, la Cooperativa Servizi Turistici va in barba a quanto sottoscritto in regime di proroga di un appalto dei servizi e assicurando che altrettanto farà al momento della presa in carico del servizio per un anno, già aggiudicatole dall’esito della Gara per i medesimi servizi.
Con ciò essa DISATTENDE non solo quanto previsto dal Contratto Nazionale del Lavoro ma anche quanto sottoscritto con il Comune di Sulmona, Ente appaltante.
Giusto e corretto, quindi, l’intervento del Sindacato CGIL che dà la soluzione ed il destro al Comune di intraprendere l’unica via possibile e legittima: la revoca dell’appalto.
Tale incresciosa modalità di intendere e interpretare contratti in virtù dei quali la Cooperativa Servizi Turistici gestisce danari pubblici, indubbiamente favorita quanto meno da disattenzione da parte di chi le regole dovrebbe farle rispettare all’interno della macchina amministrativa, apre di fatto due vie auspicabili:
da un lato che la parte sana dell’Amministrazione proceda a fare chiarezza e a revocare il servizio a chi con evidenza di prove non ottempera al dispositivo legislativo in materia di lavoro, dall’altro incentiva il nostro compito di sorveglianza su meccanismi ormai logori che si avvalgono di sotterfugi:
ebbene, insieme alle forze di tutela sociale, saremo un vero e proprio presidio al fine di fare luce costantemente su passaggi che devono in ogni sua più piccola parte garantire sempre, sempre, i diritti dei cittadini, dei lavoratori, delle persone oneste".


Sen. Gabriella di Girolamo
Portavoce Parlamentare Movimento 5 Stelle

VIDEO IN PRIMO PIANO :