ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Salvini:'Il governo avanti nonostante le agenzie di rating'- Governo:Alta tensione tra Di Maio e Salvini sul condono fiscale- Salvini:Condono? Di Maio sapeva- Super Azzurre, 3-2 alla Cina, domani la finale per l'oro- Spread Btp/Bund a un passo da 340 Milano in calo-

news

News - Primo Piano

A SULMONA INAUGURATA LA RINNOVATA SCALINATA DI SANTA CHIARA

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 13 giugno 2018

CON PISTOLA E COLTELLI A CENTRO MIGRANTI. 23ENNE DEL GAMBIA FERITO E SULMONESE DENUNCIATO

SULMONA – Lesioni, violazione di domicilio e porto abusivo d’armi. Sono alcune delle accuse contestate a S.D.L., il giovane di Sulmona che si è reso responsabile dell’aggressione ai danni di un 23 enne del Gambia, richiedente asilo ospite della struttura di corso Ovidio della Asp numero due della provincia dell’Aquila. Il giovane è stato denunciato dalla Squadra Anticrimine del Commissariato di via Sallustio che sta indagando sul caso che risale a ieri sera intorno alle 23. Solo nelle ultime ore sono emersi tutti i particolari che hanno permesso agli inquirenti di ricostruire il quadro investigativo.
Erano circa le 23 quando due sulmonesi, fra cui il giovane denunciato, stavano passeggiando lungo corso Ovidio e si sono introdotti nella struttura dell’ex Casa Santa cominciando a discutere in maniera piuttosto animata con due richiedenti asilo. Una lite a quattro che poi però sarebbe sfociata in una vera e propria aggressione.

Da quanto si è appreso il sulmonese denunciato, che avrebbe poi ferito il richiedente asilo, è arrivato nella struttura con due coltelli, non di piccole dimensioni come si pensava in precedenza, e con una pistola scacciacani. Con uno dei coltelli ha procurato una ferita all’addome al 23 enne del Gambia che è stato trasportato all’ospedale dell’Annunziata con un’ambulanza del 118. Lì è stato medicato e dimesso nel giro di poche ore. Fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze ma avrebbe rimediato solo due punti di sutura. Subito dopo l’aggressione i due sulmonesi sarebbero fuggiti mentre i residenti della zona sono stati allertati dalle urla dei richiedenti asilo che hanno chiesto subito aiuto. La Polizia ha identificato e rintracciato uno dei due, già noto alle forze dell’odine, che è stato deferito all’autorità giudiziaria. Un caso che ribalta l’immaginario collettivo. La cronaca questa volta racconta di un aggressione ai danni dei richiedenti asilo, perpetrata da persone del posto.

VIDEO IN PRIMO PIANO :