ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Mattarella: 'Accertare verità' Recuperato l'ultimo corpo- Funerali di Stato, Bagnasco: 'Squarciato cuore di Genova'- I giocatori di Genoa e Sampdoria insieme ai funerali- I familiari: li hanno uccisi. Funerali di Stato per pochi- Trovata l'auto di una famiglia, le vittime sono 41- Disastro a Genova: Conte, al via iter revoca concessione ad Autostrade - Protezione Civile, 5 dispersi Forse rottura tirante acciaio-

news

News - Primo Piano

CADE FULMINE E SPEZZA UN ALBERO IN PIAZZA CAPOGRASSI A SULMONA

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 13 giugno 2018

LITE E ACCOLTELLAMENTO IN PIENO CENTRO STORICO. NIGERIANO IN OSPEDALE

SULMONA – Una lite finita male questa notte in corso Ovidio a Sulmona ha costretto al ricovero presso l’ospedale cittadino di un richiedente asilo nigeriano, ospite dell’ex Casa Santa dell’Annunziata nella struttura del centro storico, che sarebbe stato accoltellato da un sulmonese. I motivi che avrebbero portato a cotanta violenza sono ancora poco chiari ma tutto farebbe pensare a un’aggressione per futili mitivi. Certo è che la lite, scoppiata nella struttura di Corso Ovidio, avrebbe coinvolto almeno quattro o cinque persone ed avere la peggio sarebbe stato il nigeriano che comunque dovrebbe cavarsela senza particolari conseguenze.
Dall’aggressione il giovane avrebbe rimediato fortunatamente solo due punti di sutura. E’ stato sottoposto a tutti gli accertamenti di rito ma i sanitari del nosocomio dell’Annunziata lo hanno già dimesso dal momento che le sue condizioni non sono gravi. Stando a una prima ricostruzione dei fatti i due sulmonesi stavano passeggiando lungo corso Ovidio, nella cosiddetta zona sud, quando all’altezza dell’immobile che ospita i richiedenti asilo avrebbero incontrato i due nigeriani e lì sarebbe scoppiata la lite. Tutto sarebbe accaduto per caso e senza un motivo specifico. Uno di loro a un certo punto avrebbe tirato fuori un coltello, di dimensioni non troppo grandi, colpendo il nigeriano. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e la Squadra Anticrimine del Commissariato di Sulmona che sta indagando sul caso per ricostruire e mettere insieme tutti gli elementi. Le notti violente continuano a Sulmona e questa volta non è nè la movida e nè la febbre del sabato sera.

VIDEO IN PRIMO PIANO :