ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - A Cagliari vince il centrodestra, Truzzu sindaco- Ha la maglia 'antifascista', gli rompono il naso- Affondo di Bagnai: C'è il rischio di un atteggiamento mafioso dell'Ue- Pasquale Grasso si dimette dalla presidenza dell'Anm-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 27 agosto 2018

GEROSOLIMO:"RESTO BASITO DINANZI ALL’ENNESIMO ATTACCO CHE MI RIVOLGE IL CONSIGLIERE FABIO PINGUE"

SULMONA - "Resto basito dinanzi all’ennesimo attacco che mi rivolge il consigliere Fabio Pingue, che oramai da sette mesi pensa di essere candidato "a tutto" e per questo mi ha preso come suo avversario immaginario. In primis, gli consiglierei di dotarsi di una buona dose di umiltà e di rispetto, doti che vedo totalmente assenti nella sua azione politica. In secondo luogo, visto che millanta, oramai da circa un anno, ipotetiche candidature alle prossime elezioni regionali e comunali, mi unisco anche io al canto degli adulatori, lo invito a scendere in campo e vedremo cosa sarà capace di fare. Ritengo che ogni aspirazione sia legittima, purché non superi il proprio talento.
Nel suo caso, considerato come si sta facendo utilizzare da vecchi marpioni della politica cittadina, credo che il talento sia abbondantemente al di sotto delle sue aspettative. Generalmente, in questi casi, si entra Papi e si riesce Cardinali. Vorrei poi ricordare a Pingue che è consigliere comunale di maggioranza grazie ad un accordo proprio con quelli che lui definisce “gerosolimiani” e che, solo grazie a questo, vanta due posizioni di rilievo all’interno della amministrazione comunale, il Presidente del Consiglio ed un assessore comunale con deleghe "pesanti". Pertanto, se ritiene non più attuale e/o “conveniente” l’accordo con i "gerosolimiani", manifesti almeno un po’ di coerenza  rinunciando a quelle posizioni. In caso contrario a neanche trent'anni dimostra di essere peggio di chi lo consiglia. Si prenda, poi, anche la responsabilità di quegli atti amministrativi che addebita a me. Io non sono consigliere comunale, forse ha dimenticato anche questo! Così come non conosco neanche una delibera di quelle da loro adottate! Con lui ed il suo Papà, invece, ho ampiamente condiviso, unitamente ai sindaci, la scelta dell’amministratore di COGESA. Lui ed il padre, infatti, hanno fortemente voluto l’avv. Vincenzo Margiotta alla guida della azienda e ciò in virtù degli ottimi rapporti personali che intercorrono con il medesimo.
Stia sereno Pingue perché non ho  assolutamente tempo di pensare a lui in quanto sono fortemente impegnato a costruire, a livello regionale, insieme a tanti amministratori, un movimento che possa restituire dignità ai territori dimenticati dalla politica. Pingue, che ha chiesto di farne parte a condizione che gli fosse stata garantita la candidatura a Sindaco o alla Regione si è poi tirato indietro spinto da quei vecchi marpioni della politica cittadina che, dopo aver dilaniato Sulmona, gli hanno fatto credere di poter essere candidato a “tutto”. Ovviamente lo candideranno alle regionali, perché sarà uno dei pochi disponibili al sacrificio, per poi scaricarlo un secondo dopo.
Ognuno è artefice del proprio destino e del destino del Comune né è artefice, in parte, Pingue che sembra essere in totale stato confusionale di ruoli e di competenze. Come lui ben sa sono tre mesi che non sento il Sindaco dimissionario quindi non comprendo i suoi timori. Tuttavia, anche se mi tira sempre in ballo, come se fossi una sua ossessione (di certo lo sono per chi tira le fila dietro di lui), questo giovane mi suscita straordinaria tenerezza e simpatia, dato che mi fa pensare alla famiglia dei Barbapapa dove, oltre ovviamente a Barbapapa, c’è anche Barbabravo. Chi sa se oggi Barbabravo riuscirà con la “sua” testa a dimostrare capacità e responsabilità sulla vicenda del Comune di Sulmona? In ultimo, voglio ricordare a questa giovane promessa nostrana che il Re divenne nudo a causa di due imbroglioni. Ma stia tranquillo perché non è questo il caso e molto presto se ne accorgerà con le elezioni regionali.

VIDEO IN PRIMO PIANO :