-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Grecia riapre, non all'Italia Zaia: non siamo lebbrosario- Minneapolis,ancora proteste.Incendiato il commissariato- Record di contagi in California: In America latina 46.600 morti- Renault elimina 15mila posti di lavoro in tutto il mondo- Serie A riparte il 20 giugno: Forse prima la Coppa Italia- Seul richiude, boom contagi Lockdown per due settimane- Omicidio Tobagi, Mattarella: 'Era un uomo libero'- Risale il numero dei morti: Giù i malati, più contagiati-

news

Post in evidenza

CON CINQUANTADUE RINTOCCHI DELLE CAMPANE DELL’ANNUNZIATA, DOMANI SARANNO RICORDATE LE CINQUANTADUE VITTIME DEL BOMBARDAMENTO AEREO

SULMONA - Il 30 maggio 1944 è la data che segnò una delle pagine più buie della storia di Sulmona: la strage di piazza Garibaldi. 52 pers...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 31 ottobre 2018

PAOLO FEDERICO: “LA SINDACA RAGGI ASCOLTI LE NOSTRE RICHIESTE”

NAVELLI - “Una discriminazione che rischia di mettere in difficoltà le famiglie e le centinaia di cittadini che da L’Aquila e dintorni si spostano tutti i giorni a Roma per  motivi di lavoro e studio”. Così Paolo Federico, sindaco di Navelli ed esponente di Forza Italia, interviene sulla volontà della sindaca di Roma, Virginia Raggi, di spostare nella stazione dell’Anagnina, a Sud della Capitale, i collegamenti su gomma che da L’Aquila attualmente raggiungono la centrale Roma Tiburtina. “Non condividiamo questa scelta che impone ai pendolari di recarsi all’Anagnina, più distante da Tiburtina, servita solo dalla metro A e distante oltre 10 fermate di metro dalla centrale Termini dove i pendolari possono prendere anche la linea B della metro. Chiediamo di mantenere il terminal dei bus che arrivano dal nostro territorio direttamente a Tiburtina, più vicina rispetto all’Anagnina, servita dalla linea metropolitana B e distante solo tre fermate dallo snodo di Termini. Al contrario se dovesse prevalere la scelta dell’amministrazione comunale di Roma i nostri pendolari subirebbero maggiori penalizzazioni sia in termini economici sia per il tempo impiegato per raggiungere le proprie destinazioni. Chiediamo di essere ascoltati e rispettati”.



VIDEO IN PRIMO PIANO :