-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - 'Basta soldi alla Lario', Berlusconi pignora i conti- Di Maio'La prova col Pd sarà il taglio dei parlamentari'- L'annuncio di Emma Marrone: 'Mi fermo per motivi di salute'- Al via lo sciopero globale sul clima, migliaia in piazza-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 31 ottobre 2018

PROFONDO CORDOGLIO A CASTELVECCHIO SUBEQUO PER LA SCOMPARSA DI ENRICO ACCONCIA

CASTELVECCHIO SUBEQUO - Grande commozione ha suscitato, fra parenti e numerosi amici, la scomparsa improvvisa a 73 anni, di Enrico Acconcia, a seguito di una caduta accidentale - nel suo rustico di Francavilla - risultata fatale. I funerali di sono svolti nel suo paese  nativo a Castelvecchio Subequo, martedì 30 ottobre, sebbene fosse residente a Pescara. Dipendente in pensione dell'Università D'Annunzio, era molto legato alla Valle Subequana,  dove curava diversi interessi e iniziative culturali, sin da giovane età. Poteva essere considerato  un'istituzione, grazie al suo carisma;  un animatore culturale  della comunità locale, dalle attività teatrali, corali, musicali, artistiche, al presepe vivente ed al Museo delle memorie della Valle Subequana, ubicato in un'antica palazzina del centro storico, resa inagibile dal sisma del 2009.
Lascia la moglie Anna e tre figli, Francesco, ufficiale degli Alpini coniugato con prole, Fabrizio e Maria Gabriella, il fratello Daniele e la sorella Mirella. Diceva spesso che quel frutteto con casetta a Francavilla con vista mare era il suo angolo di Paradiso, ma il destino beffardo proprio lì gli ha causato la sua fine.
La cerimonia religiosa è stata animata dal coro alpino "Peppino Romano" di Pescara, nel quale Enrico, negli ultimi anni cantava. Dopo il saluto del sindaco Pietro Salutari, che ha ricordato le grandi doti umane, la sicurezza che gli dava nell'organizzare i vari eventi  pubblici ed il grande  vuoto che ha lasciato,  per l'ultimo saluto, a voci riunite, tutti insieme con i componenti dei vari cori di Castelvecchio Subequo, si è cantato il brano "Signore Delle Cime" di De Marzi.  Il grande artista veneto, ricordiamo,  proprio a Castelvecchio,  nell'edizione 2017,  ha ricevuto il Premio nazionale  "Padre Mario", alla carriera dei direttori di coro.
G.P.








VIDEO IN PRIMO PIANO :