ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Von der Leyen eletta d'un soffio alla Commissione- Commissione Europea: Von der Leyen all'esame del voto- Alitalia, Ferrovie sceglie Atlantia- Savoini non ha risposto a pm Di Battista: "Salvini bugiardo"- Huawei investirà in Italia 3 miliardi di dollari in tre anni-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 25 febbraio 2019

LA GIUNTA CASINI-DI MASCI: ECCO I NOMI

SULMONA - Quella di ieri e' stata una lunga giornata di incontri, consultazioni e trattative per la formazione dell’esecutivo Casini-Di Masci che unisce cioè la componente civica dell’amministrazione comunale ( i sei suppoter della Casini) al Pd. Solo poco prima della mezzanotte è stata trovata la quadra. La fascia di vice sindaco andrà all’architetto Luigi Biagi, che entra in quota Pd, assieme all’imprenditore sulmonese Mauro Tirimacco che gestirà la pesante delega dei lavori pubblici. Continuerà a tenere la delega del bilancio Stefano Mariani, per non interrompere il filo diretto con gli uffici comunali che stanno predisponendo il documento contabile. L’unica quota rosa, assieme al sindaco Annamaria Casini, è Manuela Cozzi, imprenditrice. A completare l’esecutivo è Piero Fasciani, dipendente Asl. Nasce così la Giunta Casini-Di Masci.
Guai a chiamarla di salute pubblica perchè fa riferimento a una nuova maggioranza. Le nomine saranno formalizzate domani mattina. L’accordo poggia su pochi punti. Dalla riorganizzazione della macchina amministrativa che resta la priorità più urgente all’accelerata sul fronte dell’edilizia scolastica fino ad arrivare all’emergenza abitativa. Il matrimonio quindi fra una parte della coalizione civica Noi per Sulmona e il Pd è arrivato dopo un lungo braccio di ferro che ha tenuto tutti col fiato sospeso. Ma la mezzanotte, termine ultimo per staccare la spina, è passata. E la Casini resta in sella grazie all’appoggio dei dem che ora cominciano la sfida. Si giocano l’onore e la credibilità. Non hanno dato appoggio alla nascente maggioranza la consigliera comunale Roberta Salvati ( non iscritti), che aveva chiesto una verifica all’interno del raggruppamento civico che aveva vinto le elezioni nel 2016, i due consiglieri di Avanti Sulmona Fabio Pingue e Katia Di Marzio e il consigliere di Alleanza per Sulmona, Mauro Tirabassi, il primo ad abbandonare la coalizione civica. L’assise comunale intanto resta presieduta da un esponente di minoranza, Katia Di Marzio, dopo il passaggio di Avanti Sulmona all’opposizione. Al momento non ci sarebbero i numeri per sfiduciarla ma ci sono i numeri per approvare il bilancio e continuare a governare.

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :