-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - La marcia per il clima: Gilet gialli in azione a Parigi Barricate a Place d'Italie- Nuovi sbarchi a Lampedusa, approdati in 108- 'Basta soldi alla Lario', Berlusconi pignora i conti- Di Maio'La prova col Pd sarà il taglio dei parlamentari'- L'annuncio di Emma Marrone: 'Mi fermo per motivi di salute'-

news

News - Primo Piano

AL VIA LA 67^STAGIONE DELLA CAMERATA MUSICALE SULMONESE

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

domenica 14 aprile 2019

"LA UIL CONGELA LO STATO DI AGITAZIONE AL CARCERE DI SULMONA"

Carenza organico Carcere di “Piazzale Vittime del Dovere”: Nardella(UIL)bene direzione su rivisitazione dell’organizzazione del lavoro ma dubbi su reale efficacia. 
SULMONA - Apprezziamo e non poco la volontà espressa dalla Direzione della Casa di Reclusione di Sulmona di voler sopperire alla grave carenza organica e del carico di lavoro del ruolo agenti ed assistenti con la predisposizione di un nuovo modello organizzativo che verrà realizzato attraverso l’opera di una Commissione paritetica ( domani iniziano i lavori). Tuttavia la Uil non nasconde il proprio scetticismo sul fatto che la presenza di pochissimi poliziotti, deputati ad assicurare i compiti istituzionali propri del ruolo agenti ed assistenti, possa o meno permettere una reale risoluzione delle problematiche con la mera ridistribuzione delle competenze e dei numeri.-Ad affermarlo è il componente della segreteria confederale CST UIL Adriatica Gran Sasso Mauro Nardella-
L’apertura che c’è stata da parte della dirigenza del penitenziario sulmonese, nella persona dell’apprezzato dr. Sergio Romice, ad una rivisitazione della politica di ridistribuzione positiva del diritto soggettivo dei poliziotti di stanza al penitenziario di piazzale vittime del dovere, non possiamo non sostenerla attraverso  il contributo della delegazione sindacale UIL (per l’occasione la UIL sarà rappresentata dal Coordinatore provinciale Ferruccio Colonico UIL PA polizia Penitenziaria). Tuttavia crediamo fermamente che da sola non basterà se in piena contestualità ad essa non l’accompagneremo con una richiesta di integrazione di nuovo personale.-Sottolinea il sindacalista UIL-Certo è che valuteremo attentamente gli effetti che un’operazione del genere avrà sull’economia del diritto degli agenti ed assistenti di stanza nel carcere peligno. Vigileremo prudentemente affinchè i carichi di lavoro non subiscano un ulteriore aggravio, che non si oppongano alla necessità che si ha di smaltire il congedo ordinario arretrato e che tengano conto dell’esigenza che dipendenti sempre più anziani (età media stimata 50 anni) hanno di rivestire funzioni a loro più consoni.-Precisa  Nardella -Congeliamo per il momento lo stato di agitazione che avremmo voluto indire rimandandolo, eventualmente,  a subito dopo la conclusione dei lavori della Commissione che si prevede terminino entro la prima decade di Maggio. Qualora il lavoro prodotto dalla stessa non porterà risultati ricadenti nella sfera normativa ed idonei a soddisfare l’esigenza degli esausti poliziotti la UIL riprenderà la sua corsa verso la richiesta di soddisfacimento del diritto di tutti ad effettuare un lavoro così delicato con quella serenità condizione essenziale per la garanzia del risultato professionale.-Conclude Nardella -

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :