ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova- 'Picchia mio figlio e legge Anna Frank', sospesa- Salvini: 'Flat tax è frontiera della durata del governo'- Scontro sui migranti, Di Maio: 'Salvini nel pallone' Leader Lega: 'Onu burocrati'- Google e i big dei chip rompono con Huawei-

news

News - Primo Piano

89ENNE COLTO DA MALORE MUORE NEL SUO TERRENO AGRICOLO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

domenica 21 aprile 2019

"MADONNA CHE SCAPPA IN PIAZZA" 2019, IL RITO NON HA TRADITO LE ATTESE

SULMONA - La “Madonna che scappa in piazza”, il rito della Confraternita di Santa Maria di Loreto, nemmeno quest’anno ha tradito le attese.Migliaia di fedeli e turisti che si sono assiepati dietro le transenne, nelle terrazze e balconi per immortalare la corsa della Madonna, riuscita alla perfezione.L’alto compito della guida quest'anno è stato affidato per la seconda volta ad Andrea Rapone.Seconda volta anche per il vescovo M.S. Michele Fusco.Quest’anno la corsa è stata eseguita da Fabrizio Centracchio, Fabrizio Litigante, Davide Cirstensiense e Domenico Giovannucci.Si sono detti orgogliosi di rappresentare la città di Sulmona il sindaco Annamaria Casini e il Presidente del Consiglio Comunale Katia Di Marzio.
La soddisfazione arriva anche dai vertici della Confraternita di Santa Maria di Loreto che ha organizzato il rito, vissuto da migliaia di visitatori. Fra tante palpitanti emozioni e pathos l’edizione 2019 è sicuramente riuscita nel miglior dei modi.Il sistema di sicurezza e tutta la macchina organizzativa, hanno funzionato alla perfezione.


Oltre diecimila hanno assistito alla 'Madonna che scappa in piazza', tradizionale manifestazione della Pasqua a Sulmona. Fedeli e turisti non hanno rinunciato ad assistere alla corsa della Madonna verso il Cristo Risorto. Una corsa perfetta, con la statua della Madonna condotta magistralmente da Andrea Rapone, alla seconda esperienza come guida, e da Fabrizio Centracchio, Fabrizio Litigante, Davide Cirstensiense e Domenico Giovannucci, componenti della quadriglia.Il manto nero è caduto in modo impeccabile all'altezza del fontanone, lasciando il posto all'abito verde, segno di speranza e rinascita. Fino a qualche anno fa la corsa era legata ai ritmi della vita contadina: dal suo andamento le famiglie traevano presagi sull'andamento dell'anno agricolo e possibili calamità naturali.























Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :