ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Von der Leyen eletta d'un soffio alla Commissione- Commissione Europea: Von der Leyen all'esame del voto- Alitalia, Ferrovie sceglie Atlantia- Savoini non ha risposto a pm Di Battista: "Salvini bugiardo"- Huawei investirà in Italia 3 miliardi di dollari in tre anni-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 25 giugno 2019

ISTITUTO AGRARIO, "COMUNE DI PRATOLA PELIGNA INOLTRA A PROVINCIA AQ PROPOSTA SALVAGUARDIA SEDE TERRITORIO"

PRATOLA - L'Amministrazione comunale di Pratola Peligna ha inoltrato alla Provincia dell'Aquila una proposta per la salvaguardia e la valorizzazione dell'Istituto Agrario "Serpieri" di Pratola Peligna, al fine di contrastare così il drastico calo degli iscritti degli ultimi anni e i suoi effetti. In accordo con il Dirigente Scolastico dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Enrico Fermi" di Sulmona, Massimo Di Paolo, si chiede di annettere l'Istituto Agrario Serpieri di Pratola Peligna all'Istituto Tecnico Industriale, parte del "Fermi", che si trova già nel territorio del paese, e di modificare la natura dell'Agrario in Istituto Tecnico Agrario - Agroalimentare - Agroindustria a indirizzo "Viticoltura ed Enologia"."La salvaguardia dell'Agrario è strategica per il nostro territorio - sottolineano il Sindaco di Pratola Peligna Antonella Di Nino e l'Assessore alle Politiche Sociali Marianna Palombizio
-  e pertanto abbiamo scelto di rivolgerci alla Scuola già presente a Pratola Peligna per una proposta concertata con il Dirigente Massimo Di Paolo. L'attivazione del nuovo indirizzo per l'Agrario, con l'autonomia scolastica a carico dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Fermi", può favorire infatti una riorganizzazione ambientale, logistica e culturale per garantire non solo il mantenimento della Scuola Agraria sul territorio peligno ma anche l'innalzamento dei servizi qualitativi".La proposta ha già il parere favorevole del Collegio dei Docenti e del Consiglio d'Istituto del "Fermi"."Abbiamo chiesto ai Sindaci del territorio di condividere questa iniziativa - concludono Antonella Di Nino e Marianna Palombizio - per la crescita di una scuola fondamentale per la formazione di figure professionali qualificate". 

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :