ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Libera Deborah dopo la morte del padre violento- Di Maio: 'Su dl sicurezza Lega ora vuole lo scontro col Colle?'- Morto Niki Lauda, leggenda della Formula Uno- Zingaretti: 'Paralisi governo e i conti sono fuori controllo'- Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 28 aprile 2011

SULMONA: MAGNETI MARELLI, LA FIOM "COME E' POSSIBILE IN QUESTO CONTESTO SBANDIERARE ASSUNZIONI ? "

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa della Fiom-Cgil su "La Fiat, la Magneti Marelli e la Valle Peligna".Presenti Alfredo Fegatelli e Pietro Campanella della Fiom.Nel corso della conferenza si è entrati nel merito dell'accordo sulla proposta della sistemi sospensioni sottoscritta da Fim-Cisl e Uilm-Uil e non dalla Fiom-Cgil.Lo stabilimento di Sulmona vede un organico di circa 700 lavoratori di cui circa 220 in cassa integrazione.Questa proposta prevede che a regime cioè nel 2012, circa 90 lavoratori saranno impegnati nella nuova lavorazione della panda.La proposta secondo la Fiom-Cgil non specifica se i 90 lavoratori saranno interamente ripresi dalla cassa integrazione.In ogni caso, piu' di 100 lavoratori saranno comunque oggetto di lunghi periodi di cassa integrazione.Come è possibile, afferma Fegatelli, in questo contesto sbandierare 120 assunzioni?L'azienda ha deciso di investire 8,5 milioni di euro in due anni(2011-2012) e investire anche un euro è una cosa fondamentale, ma se facciamo due calcoli potremmo notare che l'investimento medio annuo è di circa 6000 euro a dipendente.Una cifra importante sicuramente,ma dovrebbe aprire delle riflessioni se si considera che qualche giorno fa un'azienda della nostra provincia di circa 30 lavoratori ha proposto un investimento di circa 2,2 milioni di euro in un anno pari a 73.000 euro a dipendente, l'uscita dalla cassa integrazione, la piena applicazione del CCNL e un piano assunzioni.Crediamo che i lavoratori di questa azienda siano molto più tranquilli per il loro futuro.Lunedi' intanto è stato convocato alle ore 12,00 presso l'Agenzia di Servizi Culturali a Sumona, un incontro con la Regione, la Provincia e con gli esponenti delle amministrazioni comunali della valle peligna.Inoltre è stato proclamato per venerdi' 6 maggio 2011 lo sciopero generale di 8 ore per tutti i lavoratori della provincia dell'Aquila a sostegno di proposte concrete per il lavoro e per il territorio, con una manifestazione che prevede il concentramento a Sulmona alle ore 09.30 a Porta Napoli e in Viale Mazzini.

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :