-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Usa, ecco le foto dai satelliti: l'attacco a Riad dall'Iran- La tariffa Rc auto a 405 euro: Prezzo ai minimi dal 2012- Estorsioni e violenze: Arrestati 12 capi ultrà della Juve- Benvenuto Presidente Mattarella: a L'Aquila un 'presidio per la scuola'- Salvini a Pontida: 'Questa è l'Italia che vincerà. Mai a sinistra, mai col Pd'-

news

News - Primo Piano

A FUOCO AUTO IN TRANSITO SULL’A25

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 28 ottobre 2011

CASTAGNETI DELL'APPENNINO IN PERICOLO PER PARASSITA CINESE


VALLE CASTELLANA - In pericolo i secolari castagneti dell'Appennino. Il parassita Cinipide del castagno, proveniente dall'estremo Oriente e piu' precisamente dalla Cina, ha iniziato a colpire alcune zone del Piemonte da qualche anno ed ora si sta spostando verso il centro e sud Italia. Per questo motivo il comune di Valle Castellana (Teramo), il cui territorio fa parte del parco nazionale Gran Sasso-Laga ed e' ricco di castagneti, in collaborazione con il Servizio Fitosanitario della Regione Abruzzo, ha organizzato per sabato 29 ottobre alle ore 17 presso la palestra comunale sempre di Valle Castellana, un convegno-dibattito sulla lotta biologica al Cinipide del castagno. Durante
l'incontro verra' illustrato lo stato di diffusione e proliferazione del parassita che sta colpendo vaste aree della Laga e del resto dell'Abruzzo. Il Cinipide Galligeno del castagno e' un piccolo imenottero considerato uno degli insetti piu' dannosi per il castagno. L'incontro ha l'obiettivo di dare una pubblica informazione sulle possibilita' di contenimento del parassita. Interverranno il professor Alberto Alma dell'Universita' di Torino, i tecnici del Servizio Fitosanitario Regionale, l'Associazione nazionale Citta' del Castagno, l'Associazione Roscetta della Valle Roveto e l'Associazione Castanicoltori della provincia di Ascoli Piceno. L'incontro sara' occasione per riunire intorno allo stesso tavolo i responsabili dello sviluppo agricolo regionale, gli amministratori locali e i castanicoltori per definire un impegno comune al fine di reperire risorse e pianificare iniziative di valorizzazione della castanicoltura in Abruzzo e in particolare nei territori della Laga. 

VIDEO IN PRIMO PIANO :