ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Libera Deborah dopo la morte del padre violento- Di Maio: 'Su dl sicurezza Lega ora vuole lo scontro col Colle?'- Morto Niki Lauda, leggenda della Formula Uno- Zingaretti: 'Paralisi governo e i conti sono fuori controllo'- Bologna, scontri per il comizio di Forza Nuova-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 30 agosto 2012

AREE DI PRATOLA IN BALìA DEL DEGRADO, MINORANZA CRITICA AMMINISTRAZIONE

PRATOLA PELIGNA - Rioni di Pratola Peligna in balia del degrado. Puntano il dito contro l'amministrazione comunale e ne invocano l'intervento i consiglieri  comunali di opposizione del gruppo Pratola Innanzitutto, Pratola Soprattutto”, Antonio Di Nino e Antony Leone, che, in una nota documentata da fotografie, raccontano di sporcizia e incuria in alcune aree del paese, con immondizia e topi a spasso provenienti dalle numerose case abbandonate. Stilano un preciso elenco che
comprende rione Terra, zona Peep 1 e 2, via Tagliamento, l'impianto sportivo, le aree verdi di piazza Indipendenza e quelle adiacenti il casello autostradale, il parcheggio Via per Prezza e il Mulino Celestiniano. "Riteniamo" affermano "che sia poco ragionevole come a seguito di una spesa pubblica di oltre 1 milione di euro per la raccolta dei rifiuti urbani, del conferimento in discarica degli stessi e dello spazzamento e lavaggio stradale, non sia stata prevista la pulizia delle aree verdi presenti nel nostro territorio. Invitiamo il sindaco, la Giunta, il gruppo di Maggioranza “Vivere Pratola” e il Gruppo di Opposizione “Libera Pratola”  a visionare  i quartieri di Pratola per verificare le situazioni di degrado che in alcuni casi degenerano in  emergenza dal punto di vista igienico sanitario. Siamo certi" concludono "che l’amministrazione prenderà repentinamente in considerazione la nostra segnalazione, soprattutto per ripristinare il dovuto decoro alle aree verdi di Pratola, come repentinamente non ha esitato nei mesi scorsi ad aumentare il prelievo impositivo nei confronti dei cittadini attraverso l’Imu, l’Irpef e la Tarsu.
 Rimaniamo a disposizione dell’amministrazione per discutere delle eventuali soluzioni".






VIDEO IN PRIMO PIANO :