-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Conte: 'Ridisegnare il Paese, fisco iniquo, serve riforma'- Premiati gli 'eroi' del Covid:Ecco perché e chi sono- Italia libera dal lockdown: Tutte le regioni riaprono- Salgono i contagi, 318 in più: Sono 8 le regioni senza casi- Proteste in Usa, altri 2 morti Trump: 'Mobiliterò l'esercito'- Mattarella: 'Crisi esige unità, responsabilità, coesione'- 'Serve uno sforzo comune, non ci si può dividere ora'-

news

Post in evidenza

AL VIA I LAVORI PER REALIZZARE ROTATORIE IN TRE INCROCI

SULMONA - "Dal momento del mio insediamento mi sono messo subito al lavoro in sinergia con Anas, che ha appaltato i lavori a una ditt...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 30 maggio 2014

TDM, FACCHINI"IL CUP RISCHIA LA CHIUSURA"

SULMONA - Se il Cup non sarà alleggerito nelle sue mansioni rischierà la chiusura. Lo ha sottolineato, questa mattina, il responsabile del Tdm Edoardo Facchini che si è ritrovato costretto qualche giorno fa a chiedere l'intervento dei carabinieri di Sulmona perché 20 persone si sono viste negare le prenotazioni alle 11.30 circa un'ora e mezza prima della chiusura.Pazienti che tra l'altro arrivavano da fuori città. Attualmente per far fronte alla carenza di personale all'interno dell'ufficio si potrebbe soltanto trasferire le prenotazioni del laboratorio analisi che occupano il 50 per cento del lavoro.
A proporre la soluzione alternativa la dottoressa Anna Maria Colizza che si è impegnata ad attivare il servizio entro dieci giorni. Cambio quindi. Chi dovrà fare i prelievi dovrà rivolgersi direttamente nella struttura ospedaliera. La struttura sulmonese, a detta di facchini, continua ad essere carente. Si parla di 15 mesi per un Ecodopller, esami ormai bloccati per mancanza di personale e
mancanza del primario nel reparto di urologia, dove gli interventi sono calati in maniera vertiginosa a causa della disorganizzazione. E poi, ancora, i lavori per la realizzazione della nuova struttura che nonostante i numerosi proclami ancora non partono.Oggi, la Asl chiede una struttura di 2.500 metri quadrati per la dislocazione degli uffici e di alcuni centri specialistici come il CIM e le strutture racchiuse nello stabile di via Gorizia. Uno sperpero di soldi, per il Tdm sulmonese visto che la Asl
sta pagando fior di affitti per strutture che non vengono utilizzate come l'ex palazzina De Chellis. " La situazione di questa struttura sanitaria va risolta una volta per tutte - ha precisato Facchini -La
direzione deve dirci seriamente cosa vuole fare di questo ospedale e come affronterà le tante carenze strutturali presenti. Proprio per questo la prossima settimana il direttore sanitario Colizza sarà a Sulmona per un sopralluogo".

VIDEO IN PRIMO PIANO :