-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Scintille Salvini-Renzi: Da Vespa come sul ring- Politica. Erdogan: 'Mondo ci sostenga o si prenda i rifugiati'- Intesa tra curdi e Damasco: Truppe si muovono a nord- Morti 4 giovani, tornavano dalla discoteca- Nel foggiano: Uccide moglie e figlie e si suicida-

news

News - Primo Piano

AUTO A FUOCO IN VIA VALLE A SULMONA: SI BATTE LA PISTA DEL DOLO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 30 novembre 2015

OVIDIANA - GUIDO LIBERATI 0 - 0

RAIANO - “Sicuramente abbiamo disputato la peggiore prestazione stagionale. Cercheremo la prossima volta di migliorare e di essere consapevoli che soprattutto su questi campi bisognerebbe giocare palla a terra e stare più calmi”. Così il centrocampista e capitano dell’Ovidiana Daniele Tottone commenta il brutto pareggio contro il Guido Liberati Avezzano nella gara giocata sul sintetico del Cipriani di Raiano.
Un passo indietro dal punto di vista del gioco da parte della squadra di Attilio Mezzadri. Gli aspetti positivi sono solamente il punto conquistato che consente di arrivare a quattro risultati utili consecutivi e la media dei gol subiti (2) che rendono l’Ovidiana la miglior difesa in assoluto con il portiere Erminio Di Censo imbattuto da 270 minuti. L’estremo difensore biancorosso si distingue al 12’ respingendo un tiro di Lustri con la palla che poi viene allontanata da Valeri. La gara stenta a decollare. Complici le diverse assenze sia dall’una che dall’altra parte. Nel Guido Liberati manca per impegni di lavoro il capocannoniere Americo Bisegna. L’Ovidiana prova a farsi vedere al 20’ con Pallozzi che in area spedisce a lato. Tre minuti dopo traversone dalla destra di Di Giovani e conclusione dal limite dell’area di La Vella che finisce alta. Al 28’ ci provano gli ospiti con un sinistro da fuori area di Zaroual parato da Di Censo. La risposta arriva al 37’ con una conclusione da fuori di Tottone intercettata da Tuosto. Al 41’ conquistano una palla i marsicani quando Guadagnoli si fa anticipare da Liberati che in area si porta al tiro ma Di Censo manda in angolo. Ad inizio ripresa i sulmonesi concludono due volte da fuori area con Di Giovani che manda a lato e successivamente con Romanelli. Al 6’ il Guido Liberati contesta l’assegnazione di una punizione con l’Ovidiana che batte velocemente, Di Cesare serve Pallozzi che in area manda fuori. Al 13’ un tiro di Pallozzi viene parato da Tuosto. Il secondo tempo scivola via stancamente in quanto da qui in avanti si registra solo un’azione del Guido Liberati al 90’ con Di Censo che devia in corner una conclusione di Angeloni. Per i marsicani si tratta di un pareggio importante che permette di salire dall’undicesimo al nono posto in classifica. L’Ovidiana resta invece sesta sempre a -5 dalla vetta ma il tecnico Mezzadri, amareggiato per il gioco deludente della squadra, a fine partita abbandona subito il Cipriani di Raiano senza rilasciare l’intervista. “Era amareggiatissimo – spiega il capitano Tottone – e ci aveva già rimproverato venerdì in allenamento perché vorrebbe tutti presenti quando viene provata la parte tattica. Dobbiamo infatti migliorare dal punto di vista tecnico e del possesso palla perché siamo la miglior difesa ma riusciamo a fare pochi gol per un problema di impostazione del gioco. Su campi come quello di Raiano bisognerebbe approfittarne”.
OVIDIANA: Di Censo, Valeri, Lucci, Tottone, Guadagnoli, Di Cesare, Di Giovani, Di Bacco, Romanelli, Pallozzi, La Vella (5’ st Natale G.). A disposizione Natale S., Bucci, Falcione e Napoleoni. Allenatore Attilio Mezzadri.
GUIDO LIBERATI: Tuosto, Frani, Taccone, Laurenzi, Accili, Paciotti, Angeloni, Silvestri, Liberati (26’ st Gargale), Zaroual, Lustri. A disposizione Doschi e Gallese. Allenatore Primo Fantozzi.
Arbitro: Eusebio De Chellis di Sulmona.


VIDEO IN PRIMO PIANO :