-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Zingaretti: 'Mi auguro non esista l'ipotesi doppio forno'- Zingaretti vede Di Maio, scontro sul nome di Conte- E' morto Carlo Delle Piane- Concluso l'incontro Pd-M5s, Dem: nulla insormontabile-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 22 marzo 2016

"LA POLITICA DEI PARTITI A SULMONA HA CORTOCIRCUITATO O SI STA TENTANDO DI FARLA ANDARE IN CORTOCIRCUITO ?"

SULMONA - "Questo verrebbe da pensare dopo le prime iniziative politiche messe in campo da coloro che vorrebbero essere i vecchi e nuovi referenti della politica locale fuori dai partiti e che stanno tentando di attuare una disarticolazione del quadro politico e della appartenenza agli stessi partiti. Ci sembra che questo sia l'intento. Il primo mette in campo una manifestazione,nella quale si va ripetendo amore per la Città, dopo aver contribuito a far cadere l'Amministrazione che sosteneva, dove si cercano accordi di "Civismo trasversale"
per costruire un presunto programma di mandato, si contesta la marginalizzazione della Città e le manchevolezze della Regione, giustamente diciamo noi, ma chi lo fa non è forse lo stesso che ha l'incarico di Consulente a titolo gratuito del Presidente della Giunta D'Alfonso? Chissà di cosa parlano"si legge in una nota giunta in redazione.
"Inoltre, qualche altra domanda sorge spontanea : cosa ci faceva il Segretario Provinciale del PD in una assemblea di un raggruppamento civico nato dalla sospensione/espulsione dell'ex Segretario Cittadino del PD  e dell'ex Capogruppo del Pd in Consiglio Comunale ? Come il Segretario Provinciale del PD può pensare di sostenere una lista che lavora contro il suo stesso Partito ? Questa posizione, se il PD lo ritiene, grave va chiarita nelle sedi opportune ed anche molto presto, oggi non sono tollerabili ambiguità di sorta.
Noi del Circolo Sel di Sulmona, oltre ad aver perso un Assessore Regionale, abbiamo contestato fuori e dentro il partito, e non da ora, tutte le contraddizioni, la poca attenzione, l'assenza di capacità d'ascolto e di condivisione della Giunta D'Alfonso su Sanità, Trasporti, Autostrade, Polo di Attrazione, Area di Crisi, Metanodotto, Centrale Snam, Tribunale, ed un Masterplan che mette 12.000.000,00 di euro sull'Abbazia Celestiniana, mentre la Città muore di disoccupazione e spopolamento. E' su questi temi che la politica è assente ed è sicuramente su tali questioni che saremo in prima linea prima e dopo la campagna elettorale e sicuramente dalla parte della Città e del territorio della Valle Peligna.
Innanzitutto non possiamo che biasimare chi ancora oggi viene a raccontarci della prospettiva della "Città Territorio" quando in nulla si è speso e fatto al riguardo, visto che il tema si può far risalire a qualche decennio fa. Su questo tema ed altro Sel non ritiene di dover prendere lezioni da nessuno.
Inoltre, ed in questo sono accomunati, sui temi sopra richiamati da parte dell'Assessore alle Aree Interne non abbiamo sentito una parola, se non quella di essere favorevole alla Centrale di compressione ed al Metanodotto. Non abbiamo potuto finora percepire nulla circa il presunto amore per la Città di cui parlano i suoi candidati, ed a quali progetti si lavori non è dato sapere. Chi poteva influire su queste scelte, pur facendo parte della Giunta Regionale è rimasto sinora silente, questi sono i fatti.

Meraviglia che persone, professionisti, Cittadini si facciano ancora ammaliare dalla sirena delle promesse elettorali, e si stiano prestando non alla "buona politica", ma ad interessi e finalità che portano solo al risultato di favorire un futuro che torni utile solo a qualcuno e non certo agli interessi della collettività Sulmonese. Li invitiamo ad una seria riflessione circa la prospettiva "politica" che andranno a sostenere!
Si comprende bene quali siano i reali obiettivi che di alcuni rappresentanti della politica cittadina, che alimentano false aspettative e false speranze. Questa politica che si vuole affermare fuori dai partiti risponde alla logica del proprio interesse particolare, demonizza i partiti per delegittimarli al grido del  "tanto sono tutti uguali", facendo tornare in auge la figura del piccolo capetto che pensa che il mondo continui a girare sempre intorno a lui. Ma l'intelligenza, la sensibilità, l'onesta, la lealtà, l'etica della politica dove sono mai finite? Non è la politica ad essere sporca, come da qualche parte si sostiene, ma spesso è chi si occupa di politica a renderla tale.
Sembra che non vi sia più capacità di discernimento tra le varie parti politiche ed una seria presa di posizione che emargini certe forme di aggregazione che dietro il "civismo trasversale" celano solo ambizioni personali e voglia di perpetrare le proprie posizioni di piccolo potere, si ricorre alla generalizzazione dei ragionamenti politici per confondere le acque che già sono torbide.
Sulmona non merita queste soluzioni, Sulmona deve attingere alle proprie intelligenze, deve dare fiducia a coloro che non si fanno "comprare" con la promessa di chissà quali paradisi. Sulmona ha bisogno di persone serie che lavorino per la Città e per il bene comune, con la schiena dritta e senza cappello in mano.
Il Circolo Sel ritiene che in alternativa a questo schema del "Civismo Trasversale" che mette indifferentemente insieme di tutto e di più in maniera disinvolta e indifferenziata bisogna tornare ad arare il campo delle appartenenze politiche, delle coerenze politiche e programmatiche senza svendere progetti personali e percorsi politici.
Un Centro sinistra serio in Città è presente in maniera diffusa, spontanea, fatto di gente perbene, bisogna farlo vivere superando le decisioni che anche a livello regionale, spesso in maniera contraddittoria, si vogliono portare avanti pur di mantenere un quadro che risponde solo alle esigenze della Giunta D'Alfonso.
Rimanendo nella coerenza della appartenenza a sinistra rinnoviamo il nostro invito a tutti coloro che, nel rispetto delle proprie identità e delle differenze vogliono spendersi per un progetto credibile, svincolati da logiche di subordinazione politica e personale rispetto a capi e capetti, dimostrando che questa Città può riprendere nelle sue mani il proprio destino, ci sono le capacità e le risorse politiche ed umane necessarie per farlo questo nuovo percorso, facciamolo vivere insieme, dal basso e nella autodeterminazione politica che ci contraddistingue".
                                                                          
Il Coordinatore del Circolo Sel Sulmona                                       
   Domenico Capaldo


                                           

VIDEO IN PRIMO PIANO :