news

VIDEO IN PRIMO PIANO - INCENDIO SUL MONTE MORRONE

domenica 19 marzo 2017

OVIDIANA-CAPESTRANO 1-0: DECIDE UN RIGORE DI ALOSI. BIANCOROSSI PRIMI IN CLASSIFICA DA SOLI

SULMONA –  L’Ovidiana guarda ora tutti a testa alta. La continuità delle vittorie premia i biancorossi che, al quinto successo di fila targato Vujacich, non temono più nessuno. I padroni di casa sono privi del bomber Ezio Romanelli, al suo posto gioca come prima punta Orazio Alosi che si rivelerà il match winner. Il tifo incessante sugli spalti incita l’Ovidiana ma sono gli ospiti che creano subito un brivido. Al 1’ conclude in area Hallulli mandando di poco fuori. Al 22’ La Vella prova a fermare Mattozza che cade a terra e per l’arbitro Proia
dell’Aquila si tratta di calcio di rigore. Dal dischetto si propone lo stesso Mattozza ma la sua battuta trova l’opposizione di Imperatore che respinge con Grandis che manda poi in calcio d’angolo e va ad esultare con il proprio portiere per aver salvato il punteggio. I padroni di casa si vedono al 27’ con Alosi che prova a smarcarsi in area ma il suo tiro viene deviato in corner da Salandra e quattro minuti dopo con La Vella che su punizione colpisce il palo. Al 35’ cambio forzato nel Capestrano. Di Fiore è costretto ad uscire per aver riportato la lussazione della spalla, al suo posto Mucciante. Al 41’ una palla dalla sinistra di Sclocchia si rivela un insidia per Molinaro costretto alla deviazione. Allo scadere si distingue ancora l’estremo difensore di casa, bravo ad opporsi ad un incursione di Mattozza. Nella ripresa Cerpia al posto di Grandis nell’Ovidiana che al 3’ ci prova con Alosi, autore di una conclusione centrale parata da Molinaro. Al 5’ un tiro-cross dalla destra di Pagliaroli si dirige in porta ma c’è la risposta di Molinaro a deviare con una mano in calcio d’angolo. Al quarto d’oro si accendono gli animi per un gesto di reazione su Pagliaroli da parte di Ciccone che si becca gli insulti del pubblico, discute con Alosi risolvendo poi tutto con un abbraccio ma tra lui e Pagliaroli gli sguardi neanche si incrociano. Al 22’ punizione di La Vella con Molinaro che allontana con i pugni. Il Capestrano, tra le varie sostituzioni, inserisce anche l’esperto Rocco Cerasoli ma il risultato cambia a favore dell’Ovidiana. Si sviluppa un’azione nell’area ospite e sul tiro di Di Bacco commette il fallo di mano Ferretti. Calcio di rigore al 37’ che Alosi insacca all’incrocio per il gol che fa esplodere la gioia dei sostenitori di casa. L’ultimo tentativo è di marca ospite con un colpo di testa di Omoregie parato da Imperatore che, al triplice fischio, Vujacich va per primo ad abbracciare per essersi reso protagonista nel decisivo intervento del primo tempo. Il successo è di tutto il gruppo che da questo sabato ha conquistato il primo posto assoluto che per molte giornate è stato proprio del Capestrano. Questa è la soddisfazione maggiore che ha fatto cantare gli Ultras in coro: “Salutate la capolista”.

OVIDIANA: Imperatore, Sclocchia, La Vella, Lucci, Di Giovani, Bozzolini, Napoleoni (12’ st Turco), Di Bacco, Alosi, Grandis (1’ st Cerpia), Pagliaroli. A disposizione Di Marco, D’Alessandro, Pulsone, Vujacich. Allenatore Leonardo Vujacich.

CAPESTRANO: Molinaro, Ferretti (43’ st Di Toma), Ciccone, Silveri, Marini, Salandra (23’ st Palacios), Ganga, Omoregie, Mattozza, Di Fiore (35’ pt Mucciante), Hallulli (26’ st Cerasoli). A disposizione Bislimi, Vitale, Di Giambattista. Allenatore Spartaco Pierannunzio.
Arbitro: Damiano Proia (L’Aquila).
Marcatore: 37’ st rig. Alosi.

VIDEO IN PRIMO PIANO :