news

News - Primo Piano

"CENT'ANNI DI VELENI, IL DOCUFILM PRESTO A SULMONA"

VIDEO IN PRIMO PIANO - GEMELLAGGIO SULMONA - OVIDIU

mercoledì 12 luglio 2017

CALCIO, NEROSTELLATI ISCRITTI ALLA SERIE D

PRATOLA - I Nerostellati Pratola sono stati iscritti ufficialmente in Serie D."L’USD Nerostellati 1910 comunica che alle ore 15:00 è stato concluso con successo l’iter burocratico ed amministrativo per l’iscrizione al campionato di serie D, Coppa Italia e Juniores nazionali.Nella documentazione allegata è indicato come campo principale lo “Stadio Comunale E. Ricci”, grazie all’impegno dell’amministrazione comunale di Pratola Peligna, che si sta adoperando affinchè si verifichino i presupposti per l’adeguamento della struttura alle prescrizioni impartite dalla Lega Nazionale Dilettanti, entro e non oltre la conclusione della stagione agonistica 2017/2018;
il Presidente e tutta la società hanno sempre posto come obiettivo assoluto lo svolgimento delle gare casalinghe dei Nerostellati nello stadio simbolo di uno storico traguardo raggiunto con il fondamentale apporto di tifosi e cittadini.In attesa dell’ultimazione dei suddetti lavori, due comuni del circondario, a cui la Società pratolana manda i più sentiti e calorosi ringraziamenti, si sono resi disponibili ad ospitare, se necessario, la compagine nerostellata".si legge nella nota diffusa dalla societa'.



Per quanto riguarda l’impianto di gioco, c’è la disponibilità dei Comuni di Sulmona e Pescina. In attesa della realizzazione del manto sintetico allo stadio Pallozzi di Sulmona, dovrà essere il Barbati di Pescina ad ospitare le gare interne della squadra pratolana. La società nerostellata ha dovuto ovviamente indicare alla Lnd l’alternativa allo stadio Ezio Ricci che non è omologato per la Serie D. Per i lavori allo stadio di Pratola Peligna bisogna aspettare in quanto il Comune, avendo già approvato il bilancio di previsione, non può utilizzare soldi. Si fa affidamento sui 100 milioni di euro, non a fondo perduto, e sui 21 milioni di contributi in conto interesse previsti in un bando dell’Istituto per il Credito Sportivo e dell’Anci. Si tratta però di un’impresa non facile in quanto sarà necessario il parere favorevole del Coni da allegare alla domanda. L’amministrazione comunale deve ancora nel frattempo comunicare l’entità dei lavori e la spesa, in base alla perizia tecnica eseguita nelle scorse settimane.

VIDEO IN PRIMO PIANO :