ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Open Arms, Libia lascia morire donna e bimbo- Colpo ai Casamonica, 33 arresti Tra le vittime anche il dj Baldini- Mafia: colpo al clan dei Casamonica, 31 arresti- Putin: 'Nessuna ingerenza' Trump: 'Russiagate è farsa'- Sindone, almeno metà delle macchie di sangue sono false -

news

News - Primo Piano

INCIDENTE IN VIALE DELLA REPUBBLICA, CONDUCENTI ILLESI

VIDEO IN PRIMO PIANO -

giovedì 26 ottobre 2017

APERTURA GOLE SAN VENANZIO, IN LEGGERO RITARDO

MOLINA ATERNO - "Oggi, 26 Ottobre 2017, si è tenuto un incontro con l’Anas e l’impresa Tenaglia, presso il Comune di Molina Aterno, finalizzato alla conoscenza della data di riapertura della strada. All’incontro hanno partecipato: il Sindaco  di Molina Aterno,  il Sindaco di Goriano Sicoli, il Sindaco di Castelvecchio Subequo e il Comitato Pro Valle Subequana. Dall’incontro è emerso che il 31 Ottobre, come da ordinanza, non è possibile ristabilire la riapertura della strada ( il probabile slittamento era già stato previsto ), per motivi di sicurezza alla viabilità; sicurezza dovuta alla fase di preparazione della segnaletica nella sede stradale interessata alla realizzazione della galleria paramassi.
La sospensione dei lavori, per i motivi su indicati avrà quindi un leggero ritardo e la strada sarà aperta il GIORNO 15 NOVEMBRE C/A. È molto probabile però una conclusione anticipata dei lavori che consentirà l’apertura della strada prima di tale data. Il traffico sarà regolarizzato con semaforo per tutto il periodo invernale e i lavori proseguiranno in primavera, periodo in cui verrà terminata l’opera. Intendo chiarire che, oltre alla complessità dell’opera, nel corso delle varie fasi lavorative non poche sono state le difficoltà riscontrate, tra cui la rottura della condotta dell’acqua che rifornisce Vittorito e l’Eremo di San Venanzio e lo spostamento del cavo dell’Enel che intralciava il lavoro della perforatrice per realizzare i micropali. Il cavo è stato posizionato provvisoriamente alla parete rocciosa. Dopo una prima fase lavorativa, in cui si sono riscontrate difficoltà e problematiche dovute a fattori non prevedibili, i lavori nelle successive fasi lavorative si sono svolti in condizioni di assoluta normalità. Da precisare che le molteplici fasi lavorative, data l'estrema ristrettezza dell'area interessata dai lavori, non si sono potute effettuare simultaneamente. Solo a compimento di una fase lavorativa si passava alla successiva, condizione che ha rallentato l’esecuzione dei lavori.
Presidente
Comitato Pro Valle Subequana
Berardino Musti


VIDEO IN PRIMO PIANO :