-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Brexit: Johnson chiede l'ok al deal: 'Ora è tempo di decidere'- Tenta di sgozzare la fidanzata. Nel 2008 uccise la compagna- Arrestato per maltrattamenti l'ex boss Maniero- Renzi all'attacco su Quota 100: 'La cancelliamo'- Bimbo precipita a scuola, è grave-

news

News - Primo Piano

L’ORDINE DEI MEDICI OMAGGIA IL CENTENARIO SPIGLIATI

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 30 luglio 2018

IL GIORNO DELLA MARINI ALLA GIOSTRA DI SULMONA, A TU PER TU CON LA REGINA SUI GENERIS

SULMONA - Una Regina esigente ma che non le manda a dire, molto social visto che anche durante il corteo aveva sempre con sé il suo cellulare per immortalare il momento, un particolare che non è sfuggito e che ha scatenato immediatamente le reazioni del pubblico. Il day after della Giostra Cavalleresca non è quello di molti anni fa quando si commentavano ancora i risultati sul campo, arrivavano le statistiche su chi ha reso e chi poteva fare di più, ma è il personaggio che domina. E’ sempre lei, Valeria Marini. Sulla bocca di tutti.
Dei simpatizzanti ma anche dei detrattori o semplicemente di coloro che analizzano le cose per quelle che sono. E’ la prima Regina ad arrivare in anticipo a Sulmona per la Giostra. Alle sei di ieri mattina ha varcato la porta dell’Hotel Rojan, dove ha ricevuto accoglienza e ospitalità, non gradendo la presenza dei sui fans che erano già pronti.

D’altronde la stanchezza si faceva sentire. Poi il riposo fino alle 11,30 quando è arrivato lo stilista ed è cominciata la preparazione. Pranzo in camera e ultimi ritocchi. L’abito è stato realizzato da Alessandro Pischedda mentre la corona da Adelmino Romito in collaborazione con il Liceo Artistico di Sulmona. I gioielli sono stati donati dall’oreficeria “Di Rienzo” di Scanno. Alle 16,10 la Marini esce dall’Hotel per immettersi nel corteo storico, ma prima risponde alle nostre domande. “Sono molto felice di essere qui”- interviene la Marini- “questa manifestazione dà importanza a questa regione bellissima ma anche a questa città importante”.

Poi fa ingresso nel corteo e guadagna gli applausi della folla fino all’acquedotto medievale dove si ferma per attendere il corteo, senza passare nella zona sud del corso, vuoi per l’orario o per il caldo. Gesto poco gradito ma si prosegue. Legge il bando di sfida, assiste allo spettacolo e alle gare e si racconta ai microfoni di Fiorenza Quadraro al termine della manifestazione cavalleresca per poi consegnare il palio ai vincitori. Una regina sicuramente sui generis che non ha trovato solo applausi ma lei non fa caso a queste cose. Dietro il personaggio si è vista anche la persona con il suo carattere particolare che ha reso anche la Regina originale, nel bene e nel “male”.



VIDEO IN PRIMO PIANO :