ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Putin: 'Nessuna ingerenza' Trump: 'Russiagate è farsa'- Sindone, almeno metà delle macchie di sangue sono false - Trump-Putin, faccia a faccia di due ore. 'Un buon inizio'- Francia batte Croazia 4-2.Bleus campioni del mondo - Scontro tra il governo e Boeri 'Se non è d'accordo si dimetta'-

news

News - Primo Piano

SI PERDE SUL MONTE MORRONE, 62 ENNE SALVATO IN ELICOTTERO

VIDEO IN PRIMO PIANO -

venerdì 6 luglio 2018

IL GRUPPO DI MAGGIORANZA RAIANO IN COMUNE: "ACROBATI, GIOCOLIERI E SALTIMBANCHI"

RAIANO - "Uno dei principali traguardi che un’ Amministrazione Comunale può auspicare di raggiungere è sicuramente identificabile nell’impossibilità della Minoranza di criticare una  mancanza di progettualità e capacità amministrativa, ma costringere la stessa ad esprimere un parere sugli obiettivi conseguiti : ed è questo  quanto accade a Raiano ove la manifesta assenza di proposte ed idee, costringe l’Opposizione ad estenuanti e contorti ragionamenti al fine di dimostrare che  la Maggioranza sbaglia se non nel merito almeno nelle procedure.
A conferma di quanto affermato è sufficiente leggere le dichiarazioni dei Consiglieri di Minoranza in ordine all’ ottenimento di un finanziamento straordinario (l’ennesimo!) della Regione Abruzzo finalizzato a consentire la revisione e l’aggiornamento del Piano di Assetto Naturalistico della Riserva Naturale Regionale “Gole di San Venanzio” per un importo pari a € 8.000.
Vale la pena a tale proposito fare un po’ di chiarezza  al fine di riuscire a far “stare sereni” chi si preoccupa delle sorti della Riserva e della legittimità degli atti.
In primo luogo si specifica che la volontà originaria di destinare una parte dei Fondi Ordinari 2018 per produrre un aggiornamento ed una revisione del Piano di Assetto Naturalistico era del tutto regolare e, per testimoniare quanto affermato, è sufficiente  essere informati del fatto che tale spesa sarebbe stata ritenuta ammissibile  dalla Regione Abruzzo in quanto destinata al “perseguimento delle finalità di istituto” ovvero il principale criterio sul quale viene parametrizzata ogni allocazione di risorse proveniente dall’assegnazione annuale ed ordinaria.
In secondo luogo desideriamo sottolineare il grande successo nell’essere riusciti, a margine di riunioni ed incontri dedicati , ad ottenere  un finanziamento straordinario e specifico dalla Regione Abruzzo per “revisionare” il PAN  senza dover utilizzare le somme del contributo annuale che potranno essere destinate ad altre azioni di promozione e salvaguardia.
In terzo luogo si evidenzia il pieno rispetto , nell’attuazione dell’ iter  amministrativo afferente il conferimento dell’incarico per la revisione del PAN, sempre che non esista qualche altra norma conosciuta solo alla Minoranza.
In Quarto luogo si desidera sgombrare il campo da un altro “equivoco” spesso citato  e così esplicitato : “  gli affidatari di svolgere servizi illustrati e contenuti nei Piani di Assetto Naturalistici della Riserva (ne esiste più  di uno ?)… non possono essere gli stessi che redigono il PAN”…..
Per quanto riguarda l’ipotetico contrasto con le previsione della convenzione di gestione, e segnatamente quanto stabilito dagli articoli 2 e 5 della medesima,   purtroppo la confusione regna sovrana.
L’art. 22 della L.R. 38/96 delinea una definizione di PAN piuttosto chiara ed indica una procedura che configura degli obiettivi e dei contenuti,  che ha quindi valore di pianificazione generale, fissa i limiti di attuazione degli interventi e le misure necessarie alla salvaguardia e valorizzazione e, non ha nulla a che vedere con l’attuazione dei Piani di gestione che esegue il soggetto operativo.
In conclusione : l’eventuale partecipazione alla stesura di un aggiornamento del PAN e, dunque, alla definizione di macro obiettivi generali, alla strutturazione di nuovi percorsi di tutela, alla qualificazione di opere infrastrutturali, alla concretizzazione di reti ecologiche, all’individuazione di percorsi di monitoraggio e salvaguardia degli ecosistemi, all’implementazione e mantenimento dei servizi ecosistemici ed alla indicazione di un nuovo modello di governance, poco o nulla hanno a che fare con la gestione , ma assumono valenza generale ed hanno titolarità pubblica anche per via della disciplina che ne configura  la genesi, l’approvazione e l’adozione.
Ad ogni buon conto si è scelta la strada della ricerca delle migliori professionalità ed è sufficiente guardare il curriculum del soggetto incaricato per rendersi conto, che non è il soggetto operativo.
Purtroppo per voi e per fortuna dei Raianesi l’Amministrazione Comunale ha colto un altro grande traguardo, occorre rassegnarsi. Noi non eseguiamo volontà altrui. Noi progettiamo, abbiamo idee e le realizziamo. Altrettanto sicuramente non si può affermare per  il gruppo di Minoranza che in questi tre anni si è distinto per la totale assenza di proposte concrete e realizzabili, con dimissioni di candidato sindaco e consiglieri e cambio di consiglieri e quindi, senza più una linea di condotta e guida. A dire il vero forse  nell’ultimo periodo un cambio di linea e guida si sta intravvedendo tra le nebbie, forse dovuto ad un passato che improvvisamente si è risvegliato, che prova a ritagliarsi un nuovo futuro e cerca di impartire lezioni da pulpiti noti e sconfitti dalla storia
L’azione ammnistrativa è legittima, efficace ed economica senza possibilità di smentita alcuna .Poi, a proposito di trasparenza e correttezza amministrativa, se si desidera avere informazioni:
Sulle modalità di incarico e redazione del vecchio PAN costato circa 40.000,00 euro (a proposito, come mai all’epoca non ci si è rivolto ”… a qualche competenza professionale del luogo….” ma ad un’Associazione vicina al precedente Direttore? ;
Sull’iter mai concluso;
Sull’insufficienza del documento";

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE E’ SEMPRE PRONTA

IL GRUPPO DI MAGGIORANZA
RAIANO IN COMUNE

VIDEO IN PRIMO PIANO :