ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Salvini-Di Maio, è scontro sui termovalorizzatori- Il decreto Genova è legge, 10 senatori M5S non votano - Di Maio: 'Austria e Olanda ci chiedono lacrime e sangue'- Attacco dei talebani in Afghanistan, morti 30 poliziotti- Manovra, lo scontro con l'Ue: Governo: 'Non cambiamo'Austria: 'Subito infrazione'-

news

News - Primo Piano

ARRESTATE DUE SULMONESI CON L'ACCUSA DI USURA

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 5 luglio 2018

"PINO DONAGGIO E IL SULMONESE TONY DEL MONACO DI NUOVO INSIEME"

SULMONA - Nel corso della seconda serata del Festival di Sanremo 2015 Carlo Conti gli ha consegnato il Premio alla Carriera quale riconoscimento meritato e doveroso per una vita dedicata alla Musica, quella con la iniziale maiuscola. Non per nulla, a circa 60 anni dagli esordi, dopo aver calcato svariate volte le scene del Festival della Canzone Italiana e dopo che i suoi brani hanno fatto il giro del mondo anche per la voce del re del rock’roll Elvis Presley (Io che non vivo - 80 milioni di copie vendute – Una casa in cima al mondo, L’ultimo romantico), lui ha continuato sempre per la strada maestra, umilmente, diventando anche autore di colonne sonore di film di registri celeberrimi, su tutti Bryan De Palma che più volte lo ha voluto con sé e ne ha fatto il suo compositore prediletto (Carrie lo sguardo di Satana, Omicidio a luci rosse, Domino).
Ma ricordiamo anche "Il mio nome è Thomas con Terence Hill". Inoltre è stato autore di colonne sonore di popolarissime fiction RAI.
Stiamo parlando del cantante, autore, compositore musicale M° Pino Donaggio che, complice un altro noto compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra, Natale Massara (membro storico del complesso I Ribelli), al ricevimento di una copia della biografia Tony Del Monaco - Un Artista in punta di piedi (pubblicato dal Nomadi Fans Club di Sulmona nel 2015) ha voluto posare a Venezia per uno scatto fotografico facendone dono agli autori, Giancarlo Colaprete e Fernando Fratarcangeli che, come già avvenuto con altri personaggi famosi (ad es. Renzo Arbore, Massimo Ranieri, Beppe Carletti, Iva Zanicchi, Franco Migliacci, Detto Mariano, Danilo Rea, Orietta Berti, Franco Simone, Cristiano Malgioglio, Niccolò Fabi, Omar Pedrini, Luciano Tallarini, Bruno Vespa, Silvio Berlusconi etc.) la collocheranno nella sezione "I Miei Amici" del sito internet www.tonydelmonaco.it, dedicato al cantante ovidiano, sito che ha quasi raggiunto 12000 visite di curiosi e appassionati.

Un filo neanche tanto sottile unisce Tony Del Monaco e Pino Donaggio che nei rispettivi palmares, in aggiunta ai palchi di Sanremo e ai concerti intercontinentali, vantano l’applauditissima tournée del 1976 in Giappone insieme a Paolo Mengoli, Iva Zanicchi e Delia Gualtiero da cui fu tratto un raro e per questo ricercato doppio vinile a 33 giri dal titolo Min On Secondo Festival della Canzone Italiana con una qualità del suono di primissimo livello. Donaggio nell’occasione cantò con eccelsa capacità espressiva e di ispirazione, tra le altre appena citate,  anche Io che non vivo, quest’ultima con passaggi anche in inglese e in giapponese. Il nostro concittadino Del Monaco, da par suo, offrì magistrali interpretazioni di Nel blu dipinto di blu dell’amico Domenico Modugno, Magia, Vita mia, Un’ora fa e La voce del silenzio.
Nel corso dei concerti da cui poi, nel 1977, su etichetta Seven Seas fu tratto il prezioso supporto in vinile (quotazione superiore ai 150 euro), le registrazioni audio vennero effettuate con calibrazione del giusto rapporto tra voce degli interpreti sul palco e orchestra a supporto sicché la vocalità degli artisti non è mai sopraffatta dagli strumenti ma si ascolta magicamente incastonata con gli orchestrali.
Dal 2015 sono passate tante stagioni e, con esse, tante occasioni per la città di Ovidio di rilanciare nel mondo un’altra eccellenza assoluta di Sulmona. Una patria senza eroi vive in pace profonda. 

VIDEO IN PRIMO PIANO :