ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Von der Leyen eletta d'un soffio alla Commissione- Commissione Europea: Von der Leyen all'esame del voto- Alitalia, Ferrovie sceglie Atlantia- Savoini non ha risposto a pm Di Battista: "Salvini bugiardo"- Huawei investirà in Italia 3 miliardi di dollari in tre anni-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 25 agosto 2011

SOCIALISTI CONTRO SOPPRESSIONE TRIBUNALI MINORI

SULMONA – Contro il rischio di soppressione dei tribunali minori scendono in campo i  consiglieri comunali socialisti dei comuni di Sulmona (Luciano Marinucci), Celano (Giuseppe Cleofe), Lanciano (Piero Cotellessa), Vasto (Gabriele Barisano) che presenteranno  presso i popri Conigli comunali una mozione per impegnare le rispettive amministrazioni a scongiurare chiusure o declassificazione a sedi distaccate dei Tribunali non provinciali di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto. Per quest’ultimo  il documento, che è stato fatto proprio da altre forze politiche e
nella stesura e presentazione del quale Barisano è stato uno dei promotori, è stato già approvato alla unanimità dal Consiglio Comunale. I consiglieri Socialisti hanno riaffermato l’allarme lanciato dal Segretario Regionale Massimo Carugno  a cavallo di ferragosto  e manifestano tutte le ragioni di contestazione al disegno governativo. In particolare evidenziano che “ nonostante la grave crisi economica in cui versa il Paese, la riduzione della spesa pubblica si raggiunge non con l’effimera e illusoria politica dei tagli specie se irrazionale, non organizzata e non coordinata, ma con una seria e lungimirante programmazione delle risorse, eliminazione degli sprechi e razionalizzazione delle strutture esistenti; che specie nel settore della Giustizia, come per la Sanità, i servizi essenziali, soprattutto in aree geograficamente vaste e molto decentrate, devono arrivare ai cittadini e non il contrario e che i Tribunali situati nei capoluoghi di provincia tutti fortemente geograficamente decentrati rispetto ai loro vasti territori, comporteranno un evidente aumento dei costi e delle spese dovuti alle trasferte per le lunghe distanze cui saranno obbligati operatori, professionisti ed ausiliari e che si riverbereranno inevitabilmente sugli utenti.”  “Il Vice Presidente del C.S.M. Michele Vietti” spiegano nella nota “parlando delle misure anticrisi ha, per la prima volta, chiaramente affermato che bisognerà introdurre un riordino delle circoscrizioni dei Tribunali ed ha apertamente citato l’Abruzzo sostenendo la presunta irrazionalità dei  4 Tribunali non capoluogo di Provincia di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto e sul punto ha testualmente detto: “Se si può agganciare questo vagone della giustizia civile al treno della manovra? Sì, potremmo farlo nella parte del decreto in cui si riduce il numero delle Province. Ci sono tribunali posti a distanza di pochi chilometri l`uno dall`altro. In Sicilia ci sono quattro corti d`appello, in Abruzzo 8 tribunali, in Piemonte 17 tribunali in 8 Province. Si possono trasformare tutti i tribunali infraprovinciali in sezioni distaccate di quello del capoluogo di provincia: lo ha detto il capo dello Stato, il Csm e il ministro Palma ha fatto un`apertura al riguardo.”

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :