-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - M5s: 'Salvini non affidabile' Lega: 'Col Pd per le poltrone'- Open Arms si rifiuta di andare in Spagna. Salvini, inaccettabile- Terremoto di magnitudo 3.6 in provincia di Forlì-Cesena- Kabul, kamikaze a una festa di matrimonio: almeno 63 morti- Ventisette minori arrivati sul molo di Lampedusa- Open Arms: Salvini cede 'Sbarcano minori'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 31 maggio 2014

PD, RICHIESTO COMMISSARIAMENTO CIRCOLO DI SCANNO.LA REPLICA DI FUSCO

SCANNO - "La campagna elettorale si è conclusa. Gli strepitosi risultati elettorali a tutti i livelli, li conosciamo. Il Seg. nazionale ci ha messo la faccia senza risparmiarsi ed ha vinto la sua\nostra sfida. Mi pare che complessivamente quasi tutta la classe dirigente del nostro partito sia stata impegnata in una lotta politica contro ogni demagogia e populismi senza risparmiarsi vincendo nettamente il confronto"si legge in una nota giunta in redazione a firma di Angelo Torrisi, Cesidio Giansante, Eustachio Gentile e Secondino Tarullo."Tutto questo però non si è verificato a Scanno dove una delle sezioni storiche del territorio abruzzese, pur di dare una mano ad un candidato di centro destra, si è volutamente estraniata dalla competizione elettorale ed il suo esponente di spicco, quell’Amedeo Fusco, cons. PD provinciale,
componente la direzione PD regionale, capo gruppo PD in Cons. comunale etc.etc. non si è risparmiato nel sostenere, non il suo partito cioè il PD,  ma a far votare una lista diversa. Lo ha fatto apertamente ed alla luce del sole. In pubbliche manifestazioni, in Tv locali e attraverso un porta a porta per sostenere senza pudore un candidato di centro destra, seppur inserito in una lista di appoggio del Presidente D’Alfonso, ma apertamente contro il candidato ufficiale unitario del territorio del PD, il Prof. Massimo Di Paolo. Di Paolo ha cercato ripetutamente di contattare il circolo locale affinchè si potesse organizzare una manifestazione elettorale in suo sostegno, ma inutilmente. Mai nessuno gli ha risposto. E quando è successo il telefonino è stato frettolosamente e definitivamente spento. Solo grazie all’impegno dell’ex Sindaco di Scanno, P. Giammarco peraltro non iscritto al PD e ad Eustachio Gentile iscritto al PD, si è potuta organizzare l’unica ma partecipata manifestazione del PD a Scanno a sostegno della candidatura del Prof. Di Paolo. Ci preme sottolineare come la campagna elettorale per il PD sia stata sostenuta solo da un paio di iscritti storici, dall’ex Sindaco Giammarco e da  alcuni ex iscritti che non hanno più rinnovato la tessera rifiutandosi di accettare il fatto che si sia passati, come sa benissimo il segr. di Federazione Mazzitti, dal partito di famiglia al partito personale. Che cosa deve accadere ancora dopo i fattacci del 2012 e a quanto abbiamo con sconcerto assistito nel corso di questa campagna elettorale affinchè si abbia il coraggio di applicare le regole, che esistono, senza guardare in faccia a nessuno? Oggi più che mai, dopo lo strepitoso risultato del PD, è vitale dimostrare nei fatti che il nostro Partito è un partito serio e che merita senz’altro la fiducia della gente. Non vorrei che, dopo tutto quello che abbiamo sinteticamente descritto, si continui a far finta di niente! Sarebbe inaccettabile trovarsi di fronte, anche questa volta, al fatto che “passata la festa gabbato lo santo”. Prima della campagna elettorale il segretario di Federazione si era impegnato formalmente e pubblicamente ad applicare, finalmente aggiungiamo noi, una regola semplicissima: un iscritto che vota un partito o raggruppamento diverso dal PD è fuori dal partito. Lapalissiano non vi pare? Ora bisognerebbe passare dalle parole ai fatti. Scanno ha sempre vantato una sezione molto numerosa. Ma soprattutto un luogo vero di discussione e di confronto. Un patrimonio dissipato irresponsabilmente per interessi politici di qualche persona. Per questo chiediamo, nell’esclusivo interesse del PD, l’immediato Commissariamento del Circolo di Scanno scomparso dalla scena politica ormai da anni e al quale ormai aderiscono, tra fratelli, nipoti, padri e figli, non più di una decina di persone. Molti di noi, senza interesse alcuno, vorrebbero poter ricostruire una libera comunità di donne e di uomini al servizio del proprio territorio supportati da una visione progettuale, programmatica ed ideale alla base della quale c’è solo l’interesse generale e non quello particolare o addirittura personale".


Angelo Torrisi
Cesidio Giansante
Eustachio Gentile
Secondino Tarullo                 

LA REPLICA DI AMEDEO FUSCO SU FACEBOOK

"Giosuè Carducci, entrato nella sua aula a Bologna, dopo aver visto sulla lavagna la scritta "Carducci Asino", senza scomporsi disse: "chi ha scritto il suo nome accanto al mio?". Senza paragonarmi al Nobel, mi viene in mente Lui, leggendo quei nomi accanto al mio! Signori, che non conoscono neppure il nome del segretario provinciale Mazzetti. Poi non vedo perché commissariare il circolo Pd di Scanno, che non è presieduto da me e che, salvo una manciata di voti a D'Amico e Di Paolo, non eletti, ha avuto un buon risultato. Per il resto, sono tranquillo con la mia coscienza, avendo sostenuto alla luce del sole Andrea Gerosolimo, che ha riportato la voce del nostro territorio in Regione. I miei elettori hanno sempre saputo che le ragioni del Territorio per me vengono prima e valgono più di quelle di qualsiasi partito! E, ora, con Andrea le ragioni del Territorio sono tornate in Regione".

VIDEO IN PRIMO PIANO :