ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Strage in Sri Lanka: Bombe contro chiese e hotel: 190 morti, sette arrestati- Governo: Il Pd presenta una mozione di sfiducia a Conte- Scontri a Parigi tra i gilet gialli e la polizia- Pedofilia: Abusavano di ragazzine, tre uomini arrestati- Legale della Raggi: 'Valutiamo la querela contro Bagnacani'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 31 luglio 2014

COMUNICAZIONE, PRESENTATI DAL CORECOM ABRUZZO I DATI SULL'INFORMAZIONE ONLINE

CHIETI -  Le nuove regole e le tecnologie del mondo dell'informazione on line sono state al centro della giornata formativa organizzata dall'Ordine dei Giornalisti e dal Comitato Regionale per le Comunicazioni, Corecom Abruzzo a Chieti. Il convegno si è tenuto questa mattina nella Sala Consiliare della Provincia di Chieti.Tra gli altri, erano presenti Maria Pia Caruso (dirigente Autorita' garante delle comunicazioni), Betto Liberati, (presidente dell'Associazione Nazionale Stampa On line), Stefano Pallotta (presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Regione Abruzzo) e il Presidente del Corecom Abruzzo, Filippo Lucci.
Durante la giornata sono stati presentati anche i risultati della ricerca "Analisi della realta' dell'informazione on line in Abruzzo", che costituisce un' importante mappatura delle testate giornalistiche abruzzesi presenti sul web. L'indagine e' stata condotta dal Corecom Abruzzo in collaborazione l'Agcom e l'Ordine regionale dei giornalisti e l'Anso.

Filippo Lucci.



 La domanda d'informazione testuale vede al 20,4%  persone  che non leggono mai(o solo raramente) ne quatidiani cartacei nè online, ne blog di attualità.Il 6,1% legge blog di attualità.Il 21,9% legge quotidiani cartacei e il 43,0% legge quotidiani online.Gli uomini leggono maggiormente rispetto alle donne, in particolare coloro con un elevato gardo di istruzione.I giovani. studenti e operai, si distinguono per leggere online.I soggetti piu' anziani preferiscono il quotidiano acquistato in edicola.

Chi invece combina vecchie e nuove modalità dell'informazione  ha un'età e un grado di istruzione piu' elevati di quanti preferiscono solo navigare nelle pagine, anzichè sfogliarle.Il futuro dell'informazione è online.Tra tutti i mezzi utilizzati, l'online copre quasi la totalità degli individui(88,8%), grazie al forte contributo della ricerca su un motore generalista.Quasi tutti gli utenti di internet, infatti, sono in grado di usare un motore di ricerca(94,2%).La tendenza rispetto al 2010 è a favore dell'online e risulta chiaramente che il ricorso a un motore di ricerca e a un quotidiano online è prassi comune.




Stefano Pallotta




VIDEO IN PRIMO PIANO :