ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Migranti: 'La Sea Watch non sbarca neanche a Natale'- Tria: 'Rispettiamo le regole, ottimista su procedura Ue'- Colpo alla 'ndrangheta: Arresti in Emilia-Romagna- Olimpiadi invernali 2026: Vincono Milano e Cortina. Sogno olimpico per l'Italia-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 26 settembre 2014

MOVIMENTO RIPENSIAMO IL TERRITORIO"E' L'ORA DEI FATTI E DEI CONTI SULLE PERDITE"

SULMONA - "Gli amministratori si incontrano e  si rilamentano ritualmente per i soliti problemi con il Presidente Di Pangrazio, ma non fanno un solo atto formale"si legge in una nota giunta in redazione."Il  Sindaco Ranalli  dimentica che 3 mesi fa un Gruppo di Lavoro - costituito dal Presidente  Casciani stesso e il Movimento Ripensiamo il Territorio, da loro voluto ed ancora vigente, benché colpevolmente non più convocato - aveva definito e concordato una precisa delibera, condivisa perlatro, da tutti i Capi gruppo e quindi con grande Unanimità, nella quale si  definivano precise azioni che elenchiamo:
1) Progetto Pilota da presentare in Regione entro luglio scorso.
2)  Ricerca/studio “CentroAbruzzo 2020”: una ricerca da affidare all’Università di Pescara, Facoltà di Architettura-D.to di Urbanistica, ovvero al Prof. Mascarucci (peraltro chiamato dallo stesso Presidente D’Alfonso in questi giorni per i progetti relativi Aree interne previste dal Partenariato europeo, per individuare, discutere e  condividere una visione per legare insieme i comuni dei territori individuati (il Presidente Casciani dichiarò pronto a un Protocollo d'intesa con l’Università, appunto, e alla comune ricerca di finanziamenti delle borse di studio a studenti del territorio per partecipare alla elaborazione progettuale) 
3)  Tre Tavoli tematici  1)Rischio sismico, Sicurezza e legalità; 2) Politiche comunitarie e ruolo dei Soggetti Istituzionali locali 3) Rapporti istituzionali; su cui lavorare da subito in  funzione anche del Bilancio Europeo. Tutto questo, già  approvato e verbalizzato dal Presidente Casciani, ma anche da TUTTI i Capi gruppo: se si fosse realizzato e deliberato come deciso e in tempo utile, entro Luglio, saremmo stati all’attenzione della Regione in modo forte e chiaro. Ma, quel momento é saltato.  Ora auspichiamo si voglia recuperare il tempo bruciato finora, superando  la lentezza “assurda” dei Fas che drammaticamente si ripete e che all'occhio esterno, è la emblematica caratterizzazione della ns inefficace decisionalitá. Traduzione:  ci sono voluti 3 anni per 4,5 milioni, quindi, quanti ce ne vorranno per 150 milioni? Ben 100 anni!  una vera Eternità.  Occorre interrompere questo <ANDAMENTO LENTO> e la ritualità improduttiva che continua a manifestarsi; occorre acquisire Strategia e Velocità subito e riprendere da quel momento e deliberare. Decidere. Perció le amministrazioni devono produrre atti formali, al più presto, anche se rileviamo che anche nel prossimo Consiglio il tema non viene posto, continuando cosi a ritardare e perdere  senza rendersi conto, milioni di euro.  Appena possibile, calcoleremo e pubblicheremo con dati  precisi il valore di questa perdita di milioni quotidiana a partire dal ns primo Convegno di due anni orsono. E quindi i cittadini sapranno quanto gli viene sottratto in un momento così drammatico e  di dovere dovrà assumersene inconfutabilmente la responsabilità. Ormai  nulla è più gratis".
Movimento Ripensiamo il Territorio                                                 

VIDEO IN PRIMO PIANO :