ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Scontro sui migranti, Di Maio: 'Salvini nel pallone' Leader Lega: 'Onu burocrati'- Google e i big dei chip rompono con Huawei- Sea Watch sequestrata, a terra i migranti . L'ira di Salvini- La Finanza a bordo della Sea Watch, la nave è sequestrata- Famiglia Cristiana a Salvini 'Ecco il sovranismo feticista'-

news

News - Primo Piano

89ENNE COLTO DA MALORE MUORE NEL SUO TERRENO AGRICOLO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 31 ottobre 2014

FUSCO"IL PASSAGGIO DI DI IANNI ALLA MAGGIORANZA UN'ASSURDITA'"

SULMONA - "Da ex vice sindaco nell'ex amministrazione di centrodestra a consigliere di maggioranza del Pd a fianco del sindaco, Giuseppe Ranalli. Questa la scelta di Enea Di Ianni, ex compagno di squadra che io come ex assessore alla Cultura del Comune di Sulmona non posso ne accettare e ne condividere. Proprio per questo prendo le distanze dalla sua decisione continuando il mio percorso politico"si legge in una nota giunta in redazione a firma di Lorenzo Fusco."Di Ianni scegliendo di entrare nel Pd, dopo aver militato per anni nel PdL, ha disatteso le aspettative di tutti gli elettori ai quali abbiamo chiesto un sostegno sempre e sopratutto nelle scorse amministrative. È stato lui, infatti, il candidato sindaco della lista civica "Il Popolo di Sulmona". Un atteggiamento che reputo di cattivo gusto ma soprattutto di pessimo insegnamento per i giovani che si avvicinano alla politica. Un'assurdità!
Negli ultimi anni, insieme, dopo la fine della legislatura Federico che ci ha visti fianco a fianco sui banchi della maggioranza abbiamo condiviso insieme una linea politica. Poi la voglia di riscatto e la decisione di appoggiarlo con un nuovo movimento come candidato a primo cittadino di Sulmona. Tra i vari obiettivi, quello, di appoggiare la maggioranza su quei punti ritenuti importanti per il futuro della città e per  i sulmonesi. Ma tutto questo non è stato rispettato. Soltanto giochi di potere che oggi mi hanno portato ad un'attenta riflessione: credo che per il consigliere la massima espressione sia essere in maggioranza ed è per questo che lo invito a lasciare il "Popolo di Sulmona". Un movimento  creato da persone che avevano obiettivi e fini comuni. La politica può essere un gioco per molti ma non mancanza di lealtà nei confronti degli amici e degli elettori. Il progetto politico è venuto meno ed è necessario fare chiarezza e recidere quei rami secchi che nulla hanno a che fare con il mio sistema di fare politica".


Lorenzo Fusco

VIDEO IN PRIMO PIANO :