-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - ALLARME CORONAVIRUS In Cina oltre 2.800 morti: Usa: evitare viaggi in Italia- Oms: 'Minaccia molto alta': Emergenza ricoveri a Lodi- Un italiano infetto in Nigeria: Primo caso in Olanda- Il Duomo riapre ai turisti: 650 contagi, isolato il ceppo- Di Maio: Le Pen ci danneggia Coinvolto lo 0,1% dei comuni- 14 i morti, 528 i contagiati In Lombardia 37 i guariti-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 28 aprile 2017

AD ANCONA PER UNA RISONANZA, GIOVANE RIFIUTATO DA OTTO OSPEDALI

SULMONA – Per sottoporsi a una risonanza magnetica dovrà recarsi all’ospedale di Ancora, dopo essere stato rifiutato da ben otto nosocomi. E’ quanto è capitato a un 23 enne di Sulmona che il prossimo 3 maggio sarà costretto a percorrere 222 km per raggiungere l’ospedale delle marche e accedere all’esame in questione. La risonanza gli è stata prescritta dal cardiologo e il ragazzo, non potendo usufruire del servizio in città, ha bussato alle porte di ben otto ospedali : Roma, Teramo, L’Aquila, Villa Serena, Chieti, Campobasso, Pozzilli e Isernia. Posti liberi nell’immediato non erano disponibili, nemmeno a pagamento.
C’è chi poteva eseguire la risonanza per il mese di luglio, altri per settembre. Tempi non compatibili con le esigenze del giovane che deve sottoporsi all’esame con urgenza. Alla fine si è aperto uno spiraglio di luce e ha trovato una sistemazione all’ospedale di Ancona. La storia riaccende i riflettori sull’organizzazione del sistema sanitario che non sempre riesce a tendere la mano alle necessità dei pazienti. “E’ una storia comune che dimostra però come non è sempre facile accedere alle cure”- afferma la mamma del giovane- “non è possibile che per prenotare una risonanza al cuore si debba seguire tutta questa trafila”. Proprio in questi giorni si è riaccesa la discussione sull’efficienza e il mantenimento dei servizi ospedalieri esistenti e l’attivazione di nuovi.

VIDEO IN PRIMO PIANO :