-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - C'è intesa sulla manovra: Fibrillazioni nel governo- E' battaglia sulla manovra: Nuovo vertice con Conte- 'No ad una crisi di governo, con Pd praterie per lavorare'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 27 marzo 2018

IN OCCASIONE DELLA SANTA PASQUA IL VESCOVO DELLA DIOCESI DI SULMONA-VALVA, MONSIGNOR MICHELE FUSCO, RIVOLGE UN AUGURIO ALL'INTERA COMUNITÀ DIOCESANA

SULMONA - "Pace a voi". Sono le parole che ho scelto come motto per il mio cammino Episcopale.Sono le parole che, in questi giorni  in cui celebriamo la Pasqua del Signore, la Sua morte e risurrezione, rivolgo a tutti voi, fratelli e sorelle di questa porzione di Chiesa che il Signore  ha voluto affidarmi, Pace. La prima parola e il primo atteggiamento che deve scaturire dal cuore del cristiano, al quale Gesù affida il compito di annunciarLa, di testimoniarLa in un mondo segnato da lotte e divisioni.
Pace, dunque, desiderata, attesa, invocata da tutti. Non una Pace qualsiasi, ma la pace annunciata all'inizio della Sua venuta, che si mantiene viva e si rinsalda dopo la sua morte e risurrezione. È Gesù la pace che Dio offre a gli uomini di ogni tempo, è il ponte che pone fine alla separazione tra cielo e terra, tra Dio e gli uomini. .Ai giovani un invito a farsi messaggeri di pace.In voi, più che in noi  adulti, arde  il desiderio di un mondo migliore dove abiti la pace e la fraternità. Non vi stancate, dunque, di lottare per costruire ponti di pace, non vi lasciate scoraggiare da quanti vi diranno che è tutto inutile.  Cristo crede in voi.Il vostro vescovo cammina con voi. In questa Pasqua 2018 invochiamo, allora dal Signore, il dono del coraggio affinché tutta la nostra Chiesa Diocesana sia capace di percorrere sentieri di giustizia e di pace.All'augurio si aggiunge la preghiera del Miserere letta dal Vescovo durante il concerto tenuto dal Coro dell'Arciconfraternita SS.Trinità nella serata della Domenica delle Palme, nella basilica cattedrale di San Panfilo.

MISERERE MEI, DOMINE

Per la nostra indifferenza di fronte al grido di dolore di tanti fratelli che vivono in situazione di disagio e pur passandogli accanto non abbiamo il coraggio di intervenire.



MISERERE MEI, DOMINE

Per Destinity, donna nigeriana incinta, respinta dalla gendarmeria francese. Lasciata alla stazione di Bardonecchio, durante la notte, nonostante il pancione di sei mesi e nonostante non riuscisse quasi a respirare perché affetta da linfoma. E' morta in ospedale dopo aver partorito il bimbo.



MISERERE MEI, DOMINE

Per il dolore che stanno vivendo le tante famiglie in Siria, coinvolti in una guerra senza senso, che miete tante vittime innocenti solo perché alcune nazioni non hanno ottenuto quanto speravano. 



MISERERE MEI, DOMINE

Per la procura di Ragusa che ha messo sotto sequestro la nave spagnola Open Arms per aver soccorso dei migranti in acque internazionali, rifiutandosi di consegnarli ai libici che li avrebbero riportati nell'inferno della Libia.



MISERERE MEI, DOMINE

Per quel giovane eritreo di 22 anni che pesava 35 kg, ridotto alla fame in Libia, arrivato a Pozzallo, morto poche ore dopo in ospedale. Il sindaco che lo ha accolto fra le sue braccia, inorridito ha detto: "Erano tutti pelle ed ossa, sembravano usciti dai campi di concentramento nazisti".



MISERERE MEI, DOMINE

Per la violenza insensata con cui si uccide un fratello, una sorella, un figlio, una madre. Pensando che questa strada possa risolvere i propri problemi e invece ne genera tanti altri.



MISERERE MEI, DOMINE

Per quasi un milione di rifugiati che sono sottoposti  in Libia  - secondo il Rapporto del segretario generale dell'ONU, A. Guterres - a "detenzione arbitraria e torture, tra cui stupri e altre forme di violenza sessuale, a lavori forzati e uccisioni illegali."



MISERERE MEI, DOMINE

Per coloro che in nome di un profitto maggiore sono pronti a sacrificare la serenità di intere famiglie, mettendo in ginocchio la dignità di operai e padri di famiglia.



MISERERE MEI, DOMINE

Per l'accordo fatto dal governo italiano con l'uomo forte di Tripoli, El- Serraj (non c'è nessun governo in Libia!) per bloccare l'arrivo dei migranti in Europa.



MISERERE MEI, DOMINE

Per l'invio illegale dei soldati italiani in Niger deciso dal Parlamento italiano, senza che il governo del Niger ne sapesse nulla e che ora protesta.



MISERERE MEI, DOMINE

Per quanti membri della Chiesa che, per il ruolo che hanno, calpestano la dignità di persone indifese e più deboli, tradendo la loro scelta di consacrati a servizio degli ultimi.  



MISERERE MEI, DOMINE

Per l'accordo della UE con la Turchia di Erdogan con la promessa di sei miliardi di euro, per bloccare soprattutto l'arrivo in Europa dei rifugiati siriani, mentre assistiamo a sempre nuovi naufragi anche nell'Egeo: l'ultimo ha visto la morte di sette bambini!



MISERERE MEI, DOMINE

Per la condizione dei migranti nei campi profughi delle isole della Grecia. "Chi vede gli occhi dei bambini che incontriamo nei campi profughi - ha detto l'arcivescovo Hyeronymous di Grecia a Lesbos - è in grado di riconoscere immediatamente, nella sua interezza la "bancarotta dell'umanità."



MISERERE MEI, DOMINE

Per la denuncia da parte delle autorità francesi di una guida alpina che rischia cinque anni di carcere per aver aiutato una donna nigeriana in preda alle doglie insieme al marito e agli altri due figli, trovati a 1.800 m, nella neve.



MISERERE MEI, DOMINE

Per il silenzio di tutti noi di fronte alle violenze e alle morti di tanti nostri fratelli. Per noi cristiani che mentre veneriamo in questi giorni nelle nostre chiese, quel Gesù crocifisso, torturato e sfigurato, ci rifiutiamo di riconoscere nella carne martoriata dei nostri fratelli e sorelle migranti la carne viva di Cristo oggi.



MISERERE MEI, DOMINE

VIDEO IN PRIMO PIANO :