-ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Salvini:'Noi Italia orgogliosa': Berlusconi: 'Uniti vinciamo'- Brexit: Johnson chiede l'ok al deal: 'Ora è tempo di decidere'- Tenta di sgozzare la fidanzata. Nel 2008 uccise la compagna- Arrestato per maltrattamenti l'ex boss Maniero- Renzi all'attacco su Quota 100: 'La cancelliamo'- Bimbo precipita a scuola, è grave-

news

News - Primo Piano

AUTO PRECIPITA NELLA SCARPATA. FERITA UNA COPPIA DI ROMA

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 28 febbraio 2019

COLTO DA MALORE MENTRE GUIDAVA, ABBATTE UNA STORICA INSEGNA CHE CADE SU UNA VETTURA IN TRANSITO. TRAGEDIA SFIORATA IN CORSO OVIDIO

VIDEO
SULMONA - Stava transitando con la sua auto in corso Ovidio insieme a suo figlio. All'improvviso è stato colto da un improvviso malore e ha divelto la storica insegna del Ristorante Cesidio che è andata a finire sua una Fiat Punto guidata da un 47 enne di Sulmona. Protagonista del rocambolesco incidente stradale, verificatosi intorno le 8,30 nel centralissimo corso Ovidio in corrispondenza del bar Schiazza, è stato un uomo di Introdacqua (G.D.B.), dipendendente del Cogesa, che viaggiava a bordo della sua Renault Scenic con un bambino a bordo. Un improvviso malore lo ha fatto scontrare con l’insegna pubblicitaria del ristorante Cesidio che è stata completamente distrutta ed è finita sulla Panda. Sono stati momenti di panico.
“Ho visto il conducente che aveva perso i sensi e il figlio che gridava. Ho cercato di prestare i primi soccorsi dopo un forte spavento che ho provato dal momento che ho visto l’insegna venirmi addosso”- ha raccontato il conducente della Panda, C.G., che fortunatamente non ha riportato conseguenze dall’impatto. Sul posto sono intervenuti Vigili del Fuoco e Polizia Municipale. Commercianti e residenti del posto si sono riversati in strada. Le condizioni dell’introdacquese, trasportato in ospedale con ambulanza del 118 sono buone, fortunatamente sono migliorate. Non ricorderebbe nulla di quanto accaduto ma tutti hanno fatto e stanno facendo il tifo per lui.












Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :